Crea sito

Lasagna ai fiori di zucca e capocollo

La lasagna è sempre buona, estate o inverno che sia. Si compone principalmente di quattro differenti preparazioni: la besciamella, che non deve essere troppo densa; la pasta all’uovo, che deve sempre essere ben compatta, sottile e colorita (inoltre io la preferisco ruvida); il condimento principale, che può essere una o più verdure, un ragù di carne, o anche del pesce come ad esempio salmone, tonno o spada; il quarto ed ultimo elemento è rappresentato dal formaggio: ne dovrebbero essere presenti almeno due, cioè parmigiano grattuggiato ed un altro formaggio che si squagli assieme alla besciamella, perciò sono ottimali per l’uso mozzarella, scamorza dolce o affumicata, formaggio a pasta filata tipo galbanino, gorgonzola ecc…

Ingredienti per 6 porzioni:

  • circa 350 g di pasta all’uovo da banco, io uso sfogliagrezza Rana (per la ricetta potete cliccare qui)
  • 100 g di capocollo
  • 60 g di fiori di zucca
  • 600 ml di latte parzialmente scremato
  • 55 g di farina
  • 60 g di burro
  • noce moscata
  • 250 g di formaggio a pasta filata, provola o mozzarella da pizza
  • 100 g di parmigiano
  • sale
  • olio evo

In una casseruola prepariamo la besciamella: sciogliamo il burro con la farina, mescolando energicamente. Aggiungiamo a filo il latte, che non dovrà essere freddo di frigo, fino al suo esaurimento. Occhio ai grumi! Se li presenta, correte subito ai ripari passandola col minipimer.

Frustiamo fino a portare tutto a bollore. Quando si addensa, spegnamo il fuoco e copriamo la casseruola con un foglio di pellicola bucherellata. Lasciamo un po’ intiepidire.

Ora passiamo alla pasta! Sbollentiamo ogni singola sfoglia per circa 20-30 secondi in acqua bollente, scoliamo e teniamo pronte all’uso. A parte, tritiamo il formaggio a pasta filata.

Non ci resta che assemblare la lasagna: sporchiamo una teglia con poca besciamella e adagiamo la sfoglia sbollentata; sopra metteremo una mestolata di besciamella, una spolverata di parmigiano, un pugno di formaggio grattuggiato, i fiori di zucca ed il capocollo, fino ad esaurimento degli ingredienti. Vi consiglio di comporla in 4 strati per avere l’effetto ottimale.

Inforniamo a 200° per 20 minuti, o finchè si sia formata una bella crosticina dorata in superficie. Mi raccomando, lasciatela riposare, dopo la cottura, per qualche minuto, onde evitare che si sfaldi subito.