Ketchup velocissimo fatto in casa

Sebbene sia sovente considerato prodotto statunitense per eccellenza, l’origine del ketchup è orientale. Ketchup in origine fu una salsa fermentata a base di pesce, soprattutto acciughe sotto sale. Quando nel Seicento questa salsa sbarcò in Europa, i cuochi iniziarono a personalizzarla utilizzando svariati ingredienti tra cui ostriche, funghi, noci e limone. La ricetta del ketchup moderna inizia a svilupparsi alla fine del Settecento quando, negli Stati Uniti, alcuni cuochi iniziano a utilizzare il pomodoro per produrla.

Nasce così nel 1812 il primo tomato ketchup (ketchup di pomodoro) prodotto da James Mease, di Filadelfia. Ma fu solo nel 1872 che Henry J. Heinz sviluppò la ricetta del ketchup che la sua azienda, la Heinz, utilizza ancora oggi. In contrasto con le consuetudini di allora, Heinz aumentò la quantità di aceto e di zucchero, aggiunse la cipolla e un mix di spezie. Questa combinazione di sapori divenne talmente famosa che gli americani identificarono ben presto il termine ketchup solo ed esclusivamente con la salsa di Heinz, e da allora nulla è cambiato in buona parte del mondo.

Miscelata con la maionese, è utilizzata per fare la salsa rosa….

(preso da Wikipedia)

 

Ingredienti:

  • 500 ml di passata di pomodoro
  • 4 cucchiai di aceto di mele o di vino bianco
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 2 fettine di cipolla rossa
  • aglio in polvere
  • noce moscata
  • pepe bianco
  • tabasco (opzionale)
  • 4 cucchiai di zucchero
  • 1 cucchiaino raso di sale
  • erba cipollina
  • 1 punta di curry
  • 1 punta di paprika dolce

Il procedimento è semplice: dovrete partire caramellando leggermente la cipolla, perciò tagliatela e mettetela in padella, a fiamma bassa, con un cucchiaio d’olio. Appena inizia a soffriggere, aggiungete due cucchiai di zucchero e lasciate cuocere per qualche minuto. Quando inizierà a produrre un odore dolciastro, e la cipolla sarà abbastanza cotta, aggiungete la passata di pomodoro, tre cucchiai di aceto, il sale, il curry, la paprika dolce, pepe bianco, un po’ di aglio in polvere, il concentrato di pomodoro, l’erba cipollina ed il resto dello zucchero. Mescolate e lasciate cuocere a fiamma bassa per circa 15 minuti.

A questo punto il vostro ketchup si sarà addensato notevolmente, perciò potete spegnere la fiamma e lasciarlo intiepidire. Una volta freddo, passatelo prima al minipimer, e poi in un colino a maglie strette. Il risultato sarà una salsa densa e liscia, a cui andrà aggiunto il cucchiaio di aceto rimasto; ora dovrete assaggiare e, nel caso, aggiustare qui e lì, anche a seconda dei vostri gusti. Se gradite il ketchup un po’ piccante, aggiungete qualche goccia di tabasco; se volete una salsa più fluida, adatta al dosatore classico col beccuccio, aggiungete uno o due cucchiai d’acqua.

Il ketchup è pronto! Non resta che provarlo con un burger…o con delle patate rustiche, di cui vi allego il link con la ricetta completa:

Spicchi rustici di patate al forno

Delizioso e senza conservanti nè additivi, ecco il vostro ketchup di pomodoro: conservatelo in frigo per tre o quattro giorni, oppure mantenetelo in barattoli sterilizzati e messi sotto vuoto fino ad un massimo di sei mesi!

Precedente Torta salata con peperonata e bacon croccante Successivo Mini Cheesecake con zucchini e pomodori secchi