Gnocchetti alla sorrentina gratinati

Gli gnocchi alla sorrentina rappresentano uno dei primi piatti più gustosi e tradizionali della cucina partenopea e italiana. Sono preparati con ingredienti semplici come patate, farina, pomodoro, mozzarella e basilico e andrebbero serviti rigorosamente in un tegame di coccio, detto “pignatiello”, che ne esalta il gusto. Cucinare un buon piatto di gnocchi alla sorrentina non è affatto difficile e impiega poco tempo mentre sono sicuri i risultati a tavola, in termini di piatti vuoti e richieste di bis!

Se capitate a Napoli o lungo la bellissima costiera sorrentina – che com’è noto ha una rinomata e antica tradizione casearia e più in generale enogastronomica (si pensi solo alle specialità al limone, delizia al limone e limoncello, quest’ultimo creato con le bucce del limone di Sorrento IGP) – mangiare un piatto di gnocchi “tricolore” è praticamente irrinunciabile.

(preso da artimondo.it)

Ingredienti:

  • 750 g di gnocchi di patate (600 g di patata rossa, 150 g + q.b di farina 0)
  • 1 spicchio d’aglio
  • 800 ml di polpa di pomodoro finissima
  • 250 g di mozzarella o formaggio a scelta (scamorza, provola, pasta filata)
  • 80 g di grana padano
  • farina di mais fine o pangrattato q.b.
  • olio evo
  • sale
  • basilico fresco
  • pepe nero

Iniziate facendo gli gnocchi. Qui vi indicherò le quantità, ma vi consiglio di leggere il mio articolo sugli gnocchi per farli in maniera ottimale.

Gnocchi di zucca – Guida di cucina per principianti

Bollite, o ancora meglio cuocete a vapore le patate finchè non saranno morbide. Schiacciatele da fredde e amalgamate la farina.

La regola generale dello gnocco è sempre di mettere meno farina possibile durante il processo di impasto, al massimo aggiungendone in fase di lavorazione e taglio.

Dividete il panetto ottenuto in filoncini e tagliate gli gnocchi con un coltello, mantenendo sempre i vassoi foderati di carta da forno e infarinati copiosamente. Ottenuti gli gnocchi, congelate subito.

Passate al sugo semplice. Soffriggete in padella l’aglio tagliato a metà con tre cucchiai d’olio, aggiungete la polpa di pomodoro, sale, pepe e qualche foglia di basilico fresco intera, coprite e lasciate cuocere a fiamma bassa per circa 15 minuti.

Quando avrà iniziato a rapprendersi ed il pomodoro risulterà cotto, ma ancora abbastanza fresco, spegnete la fiamma, aggiustate di sale e aggiungete un abbondante cucchiaio di parmigiano. Rimuovete l’aglio. In una casseruola mettete a bollire abbondante acqua salata e versatevi gli gnocchi (NOTA BENE: DA CONGELATI!). Appena questi iniziano a risalire, levateli pian piano e tuffateli nel sugo spento.

Mescolateli bene e passate alla stratificazione: la tradizione vuole che siano ripassati in un tegame di coccio, ma se non lo possedete potete rimediare foderando una teglia (per 6 porzioni) con olio e farina di mais, o pangrattato se preferite; versatevi sopra gli gnocchi. Aggiungete la mozzarella, preferibilmente tritata o tagliata alla julienne, e cospargete la superficie con il grana padano ed una spolverata lieve di farina di mais. Ungete con un filino d’olio e infornate a 220′ per circa 10-15 minuti, passando infine al grill per dorare bene la superficie.

Sfornate e lasciate riposare qualche minuto prima di servire a tavola i vostri gnocchetti alla sorrentina filanti e gustosi!

Precedente Pastiera dolce a modo mio Successivo Polpettine gustose di pane e fagioli borlotti