Colomba Pasquale dolce – ricetta semplice!

La Colomba Pasquale è uno dei dolci più famosi e tipici, 100% italiana, di questa festività. Vediamo in poche righe la sua origine nella storia!

Ufficialmente si fa risalire la nascita della colomba nei primi decenni del novecento, grazie a un’intuizione industriale rivelatasi un successo. Il tutto accade a Milano negli anni ’30 presso le strutture della ditta Motta, quando il direttore della pubblicità Dino Villani avanzò una proposta vincente.

L’azienda, già conosciuta per i suoi famosi panettoni, decise di trovare una strategia per riutilizzare macchinari e ingredienti natalizi anche nei mesi successivi. Nacque così la colomba: un dolce che sfrutta le medesime procedure di preparazione, rifinito da uno strato superficiale di mandorle. La preparazione classica prevede farina, burro, uova, zucchero, buccia d’arancia candita e le già citate mandorle, ma negli anni ne sono state create numerose varianti. In brevissimo tempo, grazie anche alla fama degli apprezzati panettoni del gruppo, la colomba si diffuse rapidamente tra i consumatori, diventando il dolce irrinunciabile odierno per la domenica di Pasqua.

La forma tipica sembra riferirsi alla tradizione cristiana: il volatile è infatti un animale che ricorre frequentemente nelle scritture, sia del Vecchio che del Nuovo Testamento. Dall’Arca di Noè alla Risurrezione di Cristo, la colomba nella religione è rappresentazione dello Spirito Santo, della speranza e della salvezza. Oltre ai significati connessi al culto, in moltissime culture mondiali la colomba è universalmente accettata come il simbolo della pace e della prosperità.

(da Greenstyle.it)

Ingredienti:

  • LIEVITINO:
  • 50 g di farina di Manitoba
  • 30 ml di acqua minerale
  • 3 g di lievito di birra fresco
  • PRIMO IMPASTO:
  • 200 g di farina di Manitoba
  • 60 ml di latte
  • la scorza di un limone
  • aroma di arancio
  • 100 g di zucchero
  • 1 uovo medio
  • 60 g di burro
  • 1 pizzico di sale
  • SECONDO IMPASTO:
  • 80 g di farina 0
  • 60 g di burro
  • 1 uovo medio
  • 70 g di uvetta, canditi o gocce di cioccolato
  • il succo di mezzo limone
  • il succo di mezzo arancio
  • 4 cucchiai di rum bianco
  • GLASSATURA:
  • 10 g di amido di mais
  • 10 g di farina di mais
  • 1 albume
  • 50 g di zucchero di canna
  • 70 g di mandorle + qualcuna intera
  • granella di zucchero

Cominciamo con il lievitino: in una ciotola, sciogliamo il lievito fresco nell’acqua appena tiepida; aggiungiamo la farina e formiamo un piccolo panetto morbido con le mani. Incidiamo la superficie e ricopriamo con pellicola, lasciando in forno spento a riposare per due ore.

Una volta ripreso il panetto, che sarà almeno raddoppiato, cominciamo a creare l’impasto vero e proprio della Colomba. Mixiamo la farina con il latte, il lievitino, l’uovo, lo zucchero, un pizzico di sale,, la scorza del limone, mezza fialetta di aroma all’arancio ed infine il burro. Lavoriamo a mano o con la frusta elettrica fino ad ottenere un composto liscio, omogeneo e morbido. Rimettiamo a lievitare, sempre foderando con pellicola la ciotola, nel forno spento per ulteriori 3 ore.

Riprendiamo l’impasto. Aggiungiamo farina, rum, uovo, il succo di entrambi gli agrumi, ed infine il burro. Impastiamo per qualche minuto, aiutandovi, se necessario, con una frusta elettrica; alla fine, aggiungete le gocce di cioccolato fredde di frigorifero (o canditi e uvetta, se preferite) e amalgamatele senza lavorare troppo.

A questo punto dovrete dividere il composto in tre parti e mettere tutto a lievitare nello stampo: con la maggior parte faremo un filoncino da adagiare come corpo della Colomba, mentre con il resto ne faremo due palline da utilizzare come le ali.

A questo punto non ci resta che aspettare che lieviti fino quasi al bordo dello stampo, sempre in forno spento…quindi munitevi di pazienza, perchè ci vorranno come minimo 5 ore! (Io vi consiglio di lasciarla in forno per tutta la notte.) Intanto prepariamo la glassatura, passando nel frullatore le mandorle a scatti brevi (non devono polverizzarsi del tutto) con lo zucchero di canna, l’amido di mais e la farina di mais. Versiamo tutto in una ciotola e aggiungiamo l’albume.

Quando sarà pronta per la cottura, versate la glassatura sulla Colomba, spennellandolo bene su tutta la superficie; aggiungiamo qualche mandorla pelata intera e della granella di zucchero.

Inforniamo infine in modalità statica a 160° per circa 60 minuti (posizionandola sulla griglia basso-centrale del forno).

Sfornate e lasciatela freddare almeno per un’ora prima di servirla a tavola, o confezionarla come regalo per parenti e amici!

NB: Se una certa nanetta di 97 cm non avesse infilato una mano nella colomba appena prima di cuocerla per assaggiare gli zuccherini…non sarebbe stata crepata!!!

 

Precedente "Dill Pickles", ovvero cetrioli sottaceto stile Fast Food! Successivo Torta salata Floreale con verdure e formaggio