Crea sito

Carciofo alla romana…personalizzato!

I carciofi alla romana sono un piatto tipico della cucina della nostra bella capitale; vengono preparati e serviti perlopiù in primavera, ma già da febbraio possono essere reperiti. Insieme ai carciofi alla giudia, rappresentano uno dei più famosi piatti a base di carciofi della cucina romana.

Indubbiamente carichi di gusto e nutrienti, i carciofi alla romana possono essere accompagnati sia da carne che da crostacei. Un classico accostamento, infatti, è il carciofo con gamberoni al vapore.

Ingredienti:

  • 5 carciofi
  • 4 cucchiai di pangrattato
  • 2 fette di pane raffermo bagnate nel latte e strizzate
  • sale
  • olio evo
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 mazzetto di prezzemolo fresco
  • 4 spicchi d’aglio
  • peperoncino trinciato
  • 1 limone

Pulite i carciofi dalle foglie esterne, tagliate le parti dure e filacciose, ovvero l’estremità dei gambi e le parti superiori dei carciofi, fino a tenere solamente i cuori morbidi. Mettete i carciofi in acqua e limone per evitare che anneriscano!

Ora dovrete prendere la parte già edibile del gambo e tritarla, mettendola in un contenitore assieme al prezzemolo tritato, l’aglio tritato, del peperoncino, il pangrattato, le fette di pane bagnate nel latte e strizzate e una bella presa di sale. Mescolate tutto e inumidite un poco con del vino bianco.

Riprendete i carciofi interi e aprite con delicatezza le foglie, cercando di non rompere il carciofo. Farciteli con il composto e cercate di premerlo bene all’interno, schiacciandolo con l’aiuto di un cucchiaio.

Mettete i carciofi ben attaccati uno all’altro, col gambo verso l’alto, in una casseruola. Irrorate il tutto con un bicchiere di vino bianco, un bicchiere di olio extravergine d’oliva e un bicchiere di acqua.

Salate e pepate a vostro piacere, e foderate la parte superiore con un foglio di carta da forno. Questo è un piccolo segreto per ogni occasione in cui cucinerete in casseruola un alimento che non è completamente bagnato dal liquido di fondo: la carta da forno farà in modo che si cuocia tutto insieme e alla stessa temperatura, catturando l’umidità ed il vapore!

Coprite i carciofi anche con il coperchio, e lasciate cuocere per circa 20-30 minuti, a seconda di quanto sono grossi. Prima di spegnere il fuoco, controllate che siano morbidissimi con l’aiuto di uno stecco di legno o di alluminio.

A questo punto potrete tirarli fuori, irrorarli con il loro liquido di cottura e servirli in tavola. Non sono uno spettacolo?