Vermicelli al pesto di Sophia Loren

Nei miei giretti in rete sono incappata in un libro di ricette inaspettato: “In cucina con amore” di Sophia Loren.

in cucina con amoreE’ un libro del 1971 (rieditato 3 anni fa) del quale ignoravo l’esistenza, né sapevo che l’attrice si fosse occupata di cucina. Così cercando di saperne di più ho trovato che era disponibile in e-book e me lo sono scaricato.

Ci sono piatti di tante regioni italiane raccolti durante i soggiorni di lavoro della Loren nelle varie città; nelle pause tra un ciak e l’altro interrogava le cuoche locali e raccoglieva ricette.

Io però volevo qualcosa di più peculiare e alla fine ho trovato quello che cercavo, un condimento per la pasta di sua invenzione, i:

Vermicelli con la salsa alla Sophia

Poiché però lei non dà indicazioni precise sulle dosi ho fatto qualche prova, e di seguito ho messo le quantità che hanno dato il risultato migliore.
Ciononostante, considerato che la maggior parte degli ingredienti è molto salata, l’assaggio preliminare con relativo aggiustamento diventa imperativo.

 

Vermicelli al pesto di Sophia Loren

per 4 persone servono:Vermicelli al pesto di Sophia Loren (1)

  • 320 gr di vermicelli
  • 1 mazzo di prezzemolo (50 gr circa)
  • 1 spicchio di aglio
  • 4 acciughe sott’olio
  • 10 olive saporite
  • 1 cucchiaio di capperi
  • 1 cipolla piccola
  • 100 gr di olio extravergine 100% italiano, prima spremitura a freddo
  • sale grosso per l’acqua della pasta
  • pepe macinato al momento

 

Per il procedimento copio e incollo dal libro:

Vermicelli al pesto di Sophia Loren (6)“Allora, per la mia salsa pestate insieme prezzemolo (anziché basilico) e aglio, poi unite qualche acciuga ben pulita e disliscata, qualche oliva da cui avrete tolto prima il nocciolo, qualche capperino, una cipolletta tritata fine, pestate ancora e mescolate tutto con cura perché venga un impasto omogeneo, aggiungendo piano piano l’olio d’oliva, in modo da ottenere una salsa scorrevole.
Per le dosi regolatevi con una certa libertà, perché sono tutti ingredienti saporiti e legano bene tra loro anche se varia la quantità dell’uno e dell’altro.
Ora, fate cuocere in acqua leggermente salata le trenette, o linguine, oppure vermicelli. Toglieteli dal fuoco bene “al dente”, scolateli con cura, passateli per qualche istante in padella, con pochissimo olio, appena il tempo necessario perché diventino un poco asciutti e incomincino a farsi dorati, ma siano ancora morbidi. A questo punto passateli in una zuppiera, conditeli con la salsa che vi ho descritto prima e serviteli ben caldi, non dimenticando un’ultima spruzzata di pepe.

Gli amici dicono che è buona, spero non lo dicano solo per farmi piacere, anche perché quando la offro ne mangiano sempre grandi piatti e dopo non so come va a finire”.

 

postato da Blogtrotter 

 

 

Precedente Polpette rosso Adramelèk Successivo Macedonia di fine agosto

Un commento su “Vermicelli al pesto di Sophia Loren

  1. francesca il said:

    ricette molto interessanti e accessibili …anche per me che generalmente mangio e non cucino !!!!

I commenti sono chiusi.