Tenerumi del commissario Montalbano

Il tinnirume, foglie e cime di cucuzzeddra siciliana, quella lunga, liscia, di un bianco appena allordato di verde, era stato cotto a puntino, era diventato di una tenerezza, di una delicatezza che Montalbano trovò addirittura struggente. Ad ogni boccone sentiva che il suo stomaco si puliziava, diventava specchiato come aveva visto fare a certi fachiri in televisione.
“Come lo trova?” spiò la signora Angelina.
“Leggiadro” disse Montalbano. E alla sorpresa dei due vecchi arrossì, si spiegò. “Mi perdonino, certe volte patisco d’aggettivazione imperfetta”.
 Il cane di terracotta – Andrea Camilleri

 

Digimax A50 / KENOX Q2

 

Eccolo qua il tenerumi. Foglie e germogli della zucchina serpente (cucuzzeddra), varietà che cresce solo in Sicilia, lunga più di un metro e di un verde chiarissimo.

 

 

tenerume di Montalbano (3)

 

E questo è quello che sono riuscita a reperire a Roma ordinando il tenerumi al mercato con alcuni giorni di anticipo. Ha foglie molto più grandi e zucchine molto più piccole. Ma… o mangi questa minestra o salti dalla finestra.

Io di minestre ne ho fatte due perché cercando cercando nel web ho trovato principalmente due modi di cucinare questo piatto, e per non fare torto a nessuno li ho provati tutti e due.

Il primo è anche il più leggero che si possa immaginare, con calorie prossime allo zero, senza grassi né formaggio: solo verdura lessa, ma incredibilmente buona!

Il secondo vede il pomodoro tuffato nell’aglio soffritto e poi aggiunto alla minestra.

 

Tenerumi del commissario Montalbano

per la versione A:

  • 2 mazzi di tenerumitenerumi di montalbano (8)tenerumi di montalbano (6)
  • 4 pomodori
  • mezza zucchina serpente o 5 zucchinette piccine
  • ½ cipolla
  • 3 patate piccole
  • 200 gr di spaghetti
  • sale e pepe

per la versione B:

  • tenerumi di montalbano (21) tenerumi di montalbano (25)2 mazzi di tenerumi
  • 500 gr di pomodori pelati
  • 2 spicchi d’aglio
  • 5 cucchiai di olio extravergine 100% italiano
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • sale e pepe
  • 200 gr di spaghetti

 

tenerumi di montalbano (7)tenerumi di montalbano (5)Pulire il tenerumi tagliando le foglie e i germogli teneri, buttare tutto il resto che sono gambi fibrosi.
Lavare le foglie in abbondante acqua che va cambiata più volte perché c’è molta terra; bisognerà cambiarla circa 6 o 7 volte, fino a che da torbida non diventi limpida. Poi sminuzzare le foglie.

tenerumi di montalbano (10)tenerumi di montalbano (9)

Versione A

Lavare, sbucciare e tagliare a cubetti piccoli le zucchine, le patate e la cipolla.

 

 

tenerumi di montalbano (13)tenerumi di montalbano (11)

 

Mettere sul fuoco una pentola con 3 litri d’acqua e appena è calda tuffarci per un paio di minuti i pomodori lavati, poi estrarli con una pinza o un colino, spellarli e ridurli a pezzetti.

 

tenerumi di montalbano (16)

tenerumi di montalbano (15)

Quando l’acqua bolle aggiungere 3 cucchiaini rasi di sale grosso e i pomodori spezzettati. Aspettare che riprenda il bollore e unire il tenerumi e le altre verdure.
Cuocere per una quindicina di minuti.

 

 

tenerumi di montalbano (18)tenerumi di montalbano (17)

 

Sminuzzare a mano gli spaghetti: su questo tutte le ricette sono d’accordo e non transigono.
Versarli nella pentola e cuocere un paio di minuti in meno del tempo indicato sulla confezione.

 

tenerumi di montalbano (22)tenerumi di montalbano (19)

 

Spegnere il fuoco e lasciar intiepidire.

 

 

tenerumi di montalbano (24)

 

 

Bisogna ricordare che il tenerumi cresce da giugno a ottobre, quindi è un piatto estivo e ovviamente  non si può consumarlo bollente.

 

 

 

E veniamo alla versione B

tenerumi di montalbano (25)

 

Dopo aver lavato e tagliato il tenerumi come già detto, versarli in una pentola con 3 litri di acqua bollente salata con 3 cucchiaini rasi di sale grosso.

 

 

 

tenerumi di montalbano (26)

tenerumi di montalbano (21)

Preparare il picchi pacchi, o picchio pacchio secondo la zona della Sicilia, termine onomatopeico che evoca il bollore del pomodoro sul fuoco: pic pac, pic pac…
Tagliare l’aglio nel senso della larghezza e metterlo a soffriggere nell’olio, quando è dorato aggiungere i pelati, il sale, il pepe e lo zucchero. Lasciar andare per una decina di minuti.
tenerumi di montalbano (28)tenerumi di montalbano (27)

Poi aggiungere il picchi pacchi ai tenerumi, sminuzzare gli spaghetti come per la versione A e buttarli nella pentola. Cuocere un paio di minuti in meno di quanto indicato sulla confezione, spegnere il fuoco e lasciar intiepidire.

 

tenerumi di montalbano (35)

 

Quale dei due modi preferite, quello leggero senza grassi o quello col picchi pacchi?

E chissà qual è quello che Montalbano giudica leggiadro.

 

Postato da Blogtrotter

 

 

Precedente Minestra della tranquillità Successivo Frutta e verdura di settembre

Un commento su “Tenerumi del commissario Montalbano

  1. cosaima il said:

    Da palermitana adottata conosco la seconda versione, ma mi cimenterò con la A appena torno in Sicilia. È una delle ricette più buone della cucina sicula e anche una delle più semplici. Arrifresca

I commenti sono chiusi.