Pomodori datterini ripieni

 

Allegri e sfiziosi i pomodorini sono la soluzione per molte occasioni.
Si possono mangiare con le mani, per antipasto insieme a un bicchiere di prosecco, portare a pic-nic e scampagnate, usarli per allettare bambini inappetenti.pomodorini ripieni3

In questo caso io ho usato i datterini ma tutti i pomodori piccoli vanno bene: i ciliegini, i pachino, i perini, i mini san marzano, i piccadilly eccetera.

 

Pomodori datterini ripieni

per 8 pomodorini ripieni ci servono:

  • 8 pomodori datterini
  • 80 gr di tonno sott’olio
  • 1 uovo sodo
  • 1 cucchiaio di capperi
  • 8 olive taggiasche
  • 8 foglioline di menta
  • ½ spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaino di pasta d’alici
  •  cucchiai di pan grattato
  • sale e pepe

 

Ecco come dobbiamo fare:

innanzi tutto dobbiamo scegliere i pomodori uno ad uno: devono essere non troppo maturi e molto regolari. Li laviamo e li asciughiamo accuratamente.

Tagliamo la parte superiore del primo pomodorino, il coperchio, e lo mettiamo da parte. pomodori datterini ripieni7

Con un coltellino o uno scavino svuotiamo il pomodoro della polpa e dei semini facendo estrema attenzione a non romperlo. Lo cospargiamo di abbondante sale e lo mettiamo a scolare capovolto accanto al suo coperchio.

La polpa la teniamo da parte che servirà per ammorbidire il ripieno.

Ripetiamo l’operazione con tutti gli altri pomodori e li lasciamo così, a perdere l’acqua di vegetazione, per almeno un’ora.

Nell’attesa ci dedichiamo alla composizione del ripieno

Cominciamo col preparare l’uovo sodo.
Mettiamo sul fuoco un pentolino d’acqua e aspettiamo che arrivi a bollore, dopo di che mettiamo l’uovo (meglio se a temperatura ambiente) su un cucchiaio e lo caliamo nel pentolino. Aspettiamo che l’acqua riprenda il bollore e calcoliamo 9 minuti, passati i quali metteremo il pentolino sotto l’acqua corrente per fermare la cottura dell’uovo. Da freddo lo sbucceremo.

Apriamo la scatoletta di tonno e sgoccioliamo via l’olio. Sciacquiamo bene i capperi. Denoccioliamo le olive. Laviamo le foglioline di menta. Sbucciamo l’aglio, ne prendiamo mezzo spicchio dal quale leviamo l’anima per renderlo meno indigesto.

Poi mettiamo tutto insieme nel mixer – o se siamo molto pazienti possiamo anche farlo a mano: il tonno,pomodori datterini ripieni8 l’uovo sodo, i capperi, le olive, la pasta d’acciughe, la menta l’aglio e il pangrattato.
Trituriamo fino a ridurre tutto il poltiglia. Assaggiamo e aggiustiamo di sale e pepe.

Aggiustiamo anche la consistenza: se è troppo dura aggiungiamo un po’ di polpa tolta dai pomodorini, se è troppo lenta invece aggiungiamo un po’ di pan grattato.

Con un foglio di carta da cucina asciughiamo uno ad uno i pomodori e togliamo l’eventuale sale in eccesso.

Tagliamo via una fettina dal fondo di ogni pomodoro in modo che possa restare bene in piedi.

Riempiamo tutti i pomodori con l’impasto e chiudiamoli ognuno col suo coperchietto.
Serviamo con una guarnizione di rughetta o di altra insalatina.

 

postato da Paffi

Precedente Ceci e tonno alla portoghese Successivo Salsa di marmellata per insalate esplosive