Pancake e waffle di Paperino

Ecco Paperino alle prese con l’impasto dei pancake: le frittelle come viene in genere tradotto in italiano (mentre gli waffle vengono tradotti con cialde).

Comunque sia, l’impasto è lo stesso, cambia solo il modo di cuocerlo.

Se come Paperino avete la piastra da waffle farete degli waffle, altrimenti se come me avete solo la padella, farete i pancake.

Pancake e waffle di paperino

per 8 pancake servono:pancake4

  • 120 gr di farina
  • 200 gr di latte
  • 1 uovo
  • 15 gr di burro
  • 10 gr di zucchero
  • 1 buon pizzico di sale
  • ½ cucchiaino di lievito istantaneo per dolci

 

Ecco come fare:

Togliere dai 15 gr di burro una piccola noce che servirà per ungere la padella.
Il resto va fuso: sul fuoco dolcissimo, o a bagnomaria, o in microonde per 30 secondi a 300 watt, e lasciato raffreddare.

Prendere due ciotole. Nella prima mettere la farina con il sale, lo zucchero e il lievito, e mescolare.
Nella seconda versare il latte, aggiungere l’uovo e il burro fuso. Con una frusta sbattere bene.
Poi unire anche gli ingredienti della prima ciotola, passandoli al setaccio.

Qui potrebbe nascere una questione perché c’è chi sostiene che bisogna montare a neve l’albume e aggiungerlo al composto alla fine.
Io però non sono di questo avviso.

Quindi, lavorare bene con la frusta tutti gli ingredienti insieme, fino a ottenere un impasto piuttosto lento, liscio ed omogeneo.

Scaldare sul fornello una padella dal fondo pesante. aggiungere la noce di burro che abbiamo tenuto da partepancake1 e, appena è sciolto, versare nel centro un mestolino di impasto. Il composto si allargherà in un cerchio che dovrà avere circa 12 cm di diametro.

Il primo pancake viene sempre male – non vi preoccupate – serve per regolarsi per i successivi: se è venuto troppo piccolo aumentare un po’ la dose riempiendo di più il mestolino; se troppo largo, diminuire la dose.

Cuocere a fuoco medio per circa 2 minuti, senza toccare mai il pancake.
Andrà girato solo quando si ricoprirà di bollicine d’aria. A questo punto con una paletta sollevarlo delicatamente e girarlo.
Cuocere per un altro minuto, poi togliere il pancake e metterlo su un piatto.

pancake2Prendere un altro mestolino di impasto e ricominciare da capo con il secondo pancake, e così fino alla fine dell’impasto.

Verranno 8 pancake circa che andranno disposti uno sull’altro e accompagnati da qualche fiocchetto di burro e abbondante sciroppo d’acero.

Se invece avete la piastra da waffle non dovrete far piastra da wafflealtro che versare il mestolino di impasto sulla piastra bollente, chiuderla e cuocere così.

Gli waffle non vanno impilati ma mangiati uno ad uno. Accompagnati però nello stesso modo, con burro e sciroppo d’acero.

 

 

postato da Blogtrotter

 

 

 

Precedente Cavolo rosso 'scarolato' Successivo Minestrone di mezza estate