Piovra arrostita con patate al finocchietto

La piovra arrostita con patate al finocchietto selvatico e bronoise di verdurine croccanti è il non plus ultra da presentare a pranzo o a cena garantendo un ottimo risultato e originalità nella tradizione.

In maniera non troppo complicata, ma bensì colorata, gustosa e molto accattivante anche alla vista potrai offrire una originale rivisitazione di un grande classico di mare come l’insalata di polpo e patate.

Per i più curiosi la differenza tra polpo e piovra è dovuta solo nelle dimensioni quindi, se non hai necessità di grossi quantitativi anche un buon polpo fresco per questa ricetta andrà benone.

La cosa importante è come sempre la cura nella ricerca della materia prima utilizzando i nostri sensi a garanzia.

Mi spiego meglio: il polpo o la piovra quando li vai a comprare devono presentare una carne soda dall’aspetto lucido e dall’intenso profumo di mare e alghe, se avverti odori di ammoniaca cambia pescheria che è meglio!

Detto ciò bando alle ciance e ai fornelli

 

Piovra arrostita con patate al finocchietto

 

Ingredienti per 4 persone:
1 kg di piovra fresca
3 coste di sedano
2 carota
1 scalogno
4 foglie di alloro
1 cucchiaio di pepe nero in grani
4 patate a pasta gialla
4 cucchiai di semi di finocchio
2 ciuffi di finocchietto selvatico
4 cucchiai di olio e.v.o
1 pizzico di sale rosa
1 pizzico di pepe nero

 

  • Per preparare la piovra arrostita con patate al finocchietto inizia riempiendo una pentola capace con dell’acqua leggermente salata.
  • Poni sul fuoco e aggiungi una costa di sedano, una carota, le foglie di alloro ed il pepe in grani
  • Quando l’acqua inizia a sobbollire immergi gradualmente e ripetutamente la piovra in modo da far arricciare prima i tentacoli.
  • Immergi completamente la piovra nella pentola e lascia cuocere facendo bollire dolcemente calcolando 20 minuti per ogni 500 g di peso.
  • Mentre la piovra è in cottura pre-riscalda il forno a 190 C°, lava accuratamente le patate e tagliale a dadoni con la buccia.
  • Condisci con olio e.v.o, sale, pepe, semi di finocchio e un trito generoso di barba di finocchetto.
  • Fodera una placca con carta oleata e inforna per 35 minuti rigirando le patate ogni 10 minuti.
  • Lava e taglia in bronoise (dadolata molto piccola di circa 2 mm) le restanti verdure e conservale in una scodella.
  • A cottura ultimata della piovra, verificane la morbidezza con uno spiedo, dovrà risultare morbida, ma al dente, sposta la pentola dal fuoco e fai intiepidire il tutto nel suo brodo.
  • Raffreddata la piovra taglia i tentacoli e riscalda un giro d’olio e.v.o in una padella antiaderente.
  • Se gradisci fai insaporire con del timo ed uno spicchio d’aglio e rosola i tentacoli a fiamma vivace per un paio di minuti per lato assieme alla bronoise di verdure.
  • Sistema le patate, ormai cotte e profumatissime, sul fondo di un piatto magari aiutandoti con un coppapasta.
  • Sistema delicatamente i tentacoli della piovra arrostiti e guarnisci con le verdure croccanti e saporite finendo con un ciuffo di finocchietto selvatico ed un giro di olio a crudo.

Nulla di più semplice, colorato e gustoso.

Un abbraccio

FB

 

 

 

 

 

Precedente La Panzanella toscana Successivo Cheesecake al rhum e cioccolato fondente

One thought on “Piovra arrostita con patate al finocchietto

I commenti sono chiusi.