Marmellata di cipolle rosse

La marmellata di cipolle rosse è un tipo di conserva dal marcato gusto agrodolce che si ottiene utilizzando, appunto, delle cipolle rosse,meglio se di Tropea, dal color vinaccia e dal sapore più dolce rispetto alle cipolle bianche o dorate.

Ottimi abbinamenti per questo tipo di conserva sono formaggi spiccatamente stagionati, ma notevole anche vicina a diversi tipi di carni da quella di maiale alla selvaggina meglio se cotti arrosto.

marmellata di cipolle rosse

 

 

Marmellata di cipolle rosse

 

Ingredienti per 4 vasetti da 250 ml
1 Kg di cipolle rosse
400 g di zucchero
4 cucchiai di aceto balsamico
Q.b di pepe nero macinato

Per realizzare la marmellata di cipolle rosse inizia con il pulire e sbucciare le cipolle e tagliarle grossolanamente  a dadini all’interno di una pentola antiaderente.

Aggiungi lo zucchero alle cipolle e accendi il fuoco a fiamma media.

Quando lo zucchero incomincerà a sciogliersi rigira con un mestolo di legno e fai amalgamare per bene alle cipolle e versa all’interno della pentola qualche cucchiaio di aceto belsamico.

Ora con calma bibblica abbassa la fiamma al minimo e fai sobbollire molto dolcemente per almeno 45 minuti.

Quando la conserva inizia ad asciugarsi con un mini pimer frullala molto velocemente lasciando qualche pezzetto di cipolla integro all’interno.

Una volta raggiunta la tua consistenza preferita, non dimenticarti del vecchio sistema del piattino di ceramica inclinato, invasa la marmellata di cipolle rosse bollente in vasetti già sterilizzati e chiudi immediatamente con il loro tappo a vite.

Fai raffreddare a testa in giù i vasi di marmellata completamente ottenendo così un più che sicuro sottovuoto in modo da poter conservare la marmellata in dispensa per mesi senza problema alcuno.

Non ti resta che provare a farla e gustarla tra  taglieri di formaggi e costate alla griglia o al BBQ senza trascurare che può essere anche un buonissimo presente di Natale in cesti gastronomici fai da te.

Buon appetito

FB

 

Precedente Chicche di patate al taleggio Successivo Fettuccine viola con polvere di tarallo