Taralli palermitani con glassa al limone senza glutine e lattosio

Ingredienti:
Per circa 12 taralli
Gr. 275 di farina gluten free (*)
Gr. 70 gr di zucchero semolato
1 uovo
Ml. 50 ml di latte delattosizzato (o latte di soia o di riso)

Ml. 40/50 ml di olio di semi di girasole o mais
Gr. 5 di ammoniaca
½ bustina di lievito per dolci
La scorza di un agrume (a scelta o limone o arancia)
Per la glassa:
Gr. 100 di zucchero a velo
½ agrume il succo (a secondo la scorza usata (limone o arancia)
q.b. acqua
 

Procedimento:
Iniziate la preparazione sciogliendo l’ammoniaca nel latte. Di seguito, in una capiente ciotola, unite la farina con lo zucchero ed il lievito e miscelate bene, poi unitevi prima l’uovo e la scorza dell’agrume scelto, di seguito i rimanenti ingredienti. Impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo e di media consistenza, quando l’impasto (che risulta oleoso) sarà ben amalgamato create delle palline da circa 35 grammi l’una. Quindi con ogni singola pallina create dei cordoncini della lunghezza di circa 20 centimetri e di uno spessore di circa 1 centimetro poi ripiegatelo su sé stesso ed intrecciatelo formate una treccia, infine chiudete a cerchio avendo cura di saldare bene tra di loro le due estremità.

Posizionate gli anelli intrecciati che avete creato su una leccarda (o teglia) ricoperta con della carta forno. Infornate nella parte media del forno (già preriscaldato) ad una temperatura di 180° per 20 minuti, dovranno risultare dorati. Mentre i taralli cuociono preparate la glassa unendo lo zucchero a velo con il succo di limone miscelando bene con una frusta a mano ed aggiungendo poco alla volta un pò di acqua, la glassa dovrà essere densa. Appena sfornate i taralli passatevi sopra la glassa un paio di volte e fate raffreddare prima di mangiarli.

(*) Io ho usato “Le farine dei nostri sacchi” mix dolci

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Tiramisù senza glutine e senza lattosio Successivo Muffin senza glutine e lattosio col cuore morbido

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.