Torta salata con pomodorini e melanzane

La torta salata con pomodorini e melanzane è un piatto un po’ fuori dalle mie corde perché sono sempre un po’ allergico o al minimo alquanto sospettoso di fronte alle ricette che mancano di un robusto elemento proteico. Insomma diciamola tutta a tavola non sono un salutista, non faccio assolutamente il conto delle calorie e mi piacciono piatti ben conditi, del resto basta scorrere un po’ le pagine di questo blog per rendersene immediatamente conto. Devo essere proprio alla canna del gas ovvero avere il frigo sguarnito per preparare qualcosa che abbia un tocco vegetariano e sta volta è andata proprio così. Visto che la carne era tutta congelata e di salumi non c’era manco l’ombra, ieri sera mi son dovuto arrangiare con due melanzane e dei pomodorini. Da bravo cuochetto di casa pensa che ti ripensa ho tirato fuori questa torta salata cuocendo le melanzane al forno e sfruttandone la polpa ammorbidita cosa che non faccio mai perché a meno di non prepararle ripiene, anche perché mio gusto le melanzane per essere assaporate al meglio vanno fritte. In verità ero partito con l’intenzione di cuocere un piatto di spaghetti sfruttando i pomodorini per ricavare una variazione della pasta alla Norma poi strada facendo ho cambiato idea. Rovistando nel freezer ho scovato 250 g di pasta brisè, ultimo panetto di una serie che avevo preparato un mesetto fa e che avevo congelato in modo da averne sempre a disposizione una piccola scorta. Fatte le debite considerazioni, ho virato su una torta salata con i pomodorini e le melanzane. La parte cremosa del ripieno l’ho ottenuta infornando un’oretta a 180° le melanzane tagliate in due e condite con olio, sale e pepe dopo averne inciso la polpa e i pomodorini li ho spadellati molto velocemente in modo che non appassissero del tutto. Inizialmente volevo farli confit ma i tempi si sarebbero allungati a dismisura cosi li ho svuotati bene dai semi e li ho cotti in padella mantenendo il condimento del confit quindi con un goccino d’olio, sale, pepe, timo secco e un pizzichino di zucchero. Farcita la base di brisè, sono bastati trentacinque minuti di cottura col forno portato a 180° accendendo la ventilazione solo negli ultimi dieci per colorire bene l’involucro. Usandola per cena come piatto unico ce la siamo spazzolata in due e con notevole soddisfazione. La teglia da crostata che ho utilizzato misura 25 cm e una torta salata di queste dimensioni se viene servita per antipasto o come secondo piatto basta per quattro persone.

 

[recipe]

 

Per  la Torta salata con pomodorini e melanzane vi consiglio l’abbinamento con un bianco fermo di buona freschezza come un Capri bianco o con un Orvieto bianco classico.

Precedente Stracci di pollo al limone Successivo Risotto ai carciofi

Lascia un commento


*