Torta con mousse al cioccolato e nocciole

La torta con mousse al cioccolato e nocciole l’ho preparata per il pranzo di S. Stefano perché ero stanco di panettoni e pandori, troppi ne ho aperti in questi giorni di festa e in verità i primi li ho mangiati con piacere. Man mano la voglia di gustarli è andata scemando anche perché oltre che consumarli a fine pasto c’ho fatto ripetutamente colazione per finirli prima che diventassero troppo asciutti. Tra l’altro non amo riciclarli creando improbabili tiramisù o altre amenità di questo tipo e finirli quasi tutti tutti tra gli auto prodotti e quelli che mi sono stati regalati è stata dura. Me ne restano ancora un paio che mi guardo bene dall’aprire, tanto resisteranno almeno una settimana. Magari nel frattempo mi tornerà la voglia di mangiarli, ma per adesso non se ne parla proprio. Premesso ciò un dolce alla fine del pranzo di S. Stefano era d’uopo e da questa necessità è nata la torta con mousse di cioccolato e nocciole. Questa torta per come l’ho preparata si basa su tre sapori quello delle nocciole appena tostate, sul gusto del cioccolato fondente ed è completata da un sentore di caffè che ne caratterizza la crema pasticcera. Per quanto riguarda la mousse di cioccolato io la preparo con le chiare d’uovo montate a neve per ottenere la giusta cremosità, ma voi utilizzate la ricetta che più vi soddisfa. Le nocciole mi sono servite in questa torta per creare una base gustosa e croccante che potesse anche creare al morso un bel contrasto di consistenze. In pratica il fondo scrocchiarello di questa torta è costituito da un cerchio dell’impasto con cui si preparano i biscotti brutti ma buoni. L’unica differenza sta nella grana delle nocciole che per questa torta è molto più sottile. In pratica quando si frullano assieme allo zucchero ci si deve fermare a granella sottile senza arrivare alla consistenza di una farina. Poi la metodica di preparazione è sempre la stessa, occorre la doppia cottura prima in pentolino e poi al forno, solo che invece di versare sulla placchetta dei mucchietti d’impasto per ottenere i biscotti si travasa tutto in un cerchio da pasticceria. I 250 g di crema pasticcera li ho aromatizzati con 2 cucchiaini di caffè solubile e 4 cucchiaini di zucchero il tutto sciolto in pochissima acqua tiepida. Questo caffè concentratissimo l’ho cotto assieme alla crema tenendo la fiamma bassissima. Un consiglio se userete questa metodica per la crema prima di cuocere filtrate tutto l’insieme degli ingredienti al colino eliminando cosi eventuali grumi di caffè o di farina. Riempite 2 sacche da pasticceria e fate raffreddare la crema al caffè e la mousse al cioccolato per 2 ore in frigo poi passate le due sacche in freezer per una decina di minuti. Montate la torta introducendo la base alla nocciola nel cerchio, fate 8 ciuffi di crema sul bordo a contatto col cerchio avendo cura di lasciare un certo spazio tra l’uno e l’altro e poi coprite tutto di mousse. Rimettete in frigo per una nottata e finite la torta l’indomani con piccoli ciuffi di panna montata zuccherata.

 

[recipe]

 

In abbinamento con una torta di sapori così intensi e dotato di un’aromaticità straripante potete provare con un Porto o una Marsala di alto lignaggio ma io resto dell’opinione che sia meglio un profumatissimo e intenso rum come il Diplomatico Reserva Exclusiva. 

Torta con mousse al cioccolato e nocciole

PS. Io vi consiglio di preparare il dolce un giorno prima di servirlo e di lasciarlo raffreddare in freezer per un nottata da ghiacciato sarà molto più maneggiabile. Riportatelo a temperatura ambiente un paio d’ore prima di servirlo finendolo al momento con la panna montata. Cercate inoltre di creare un fondo meno spesso di quello che ho fatto io mantenendovi sui 2 mm.

Precedente Sporcamuss pugliesi Successivo Antipasto di mare alle due sapidità

7 commenti su “Torta con mousse al cioccolato e nocciole

Lascia un commento


*