Tenerina con gherigli di noci

La Tenerina è una delle torte più cioccolattose ed eseguite che girano per il web. Di ricette quindi se ne trovano tante e tutte molto simili tra loro. Quando mi trovo a dover scegliere in questa situazione cerco sempre di seguire quella di un “maestro pasticcere”. In questo modo son certo di ottenere un buon risultato replicando una versione sicuramente testata e ripetibile senza sorprese. Vero è che le modifiche sono spesso minimali ma la pasticceria richiede molta precisione sia nelle dosi sia nelle tecniche. Per questa Tenerina ho scelto di seguire la ricetta di M. Santin e come mi attendevo la torta è riuscita alla perfezione.

Questo dolce al cioccolato nasce a Ferrara ai primi del novecento in occasione delle nozze di re Vittorio Emanuele III che sposa Elena Petrovich del Montenegro. La torta infatti almeno inizialmente assume il nome di torta regina del Montenegro. Il riferimento alla nobildonna in onore della quale venne creato è chiaro, così non ci sono diatribe sull’origine della ricetta. Per la verità i Ferraresi usavano anche la denominazione “tacolenta” ossia appiccicosa per la sua morbida consistenza interna. Tenerina è un appellativo posteriore dal suono più gradevole che fa comunque riferimento al contrasto tra l’esterno meringato e croccante ed il cuore quasi cremoso. Per apprezzarla al meglio viste queste caratteristiche conviene consumarla ancora tiepida di forno. Dura tranquillamente 3-4 giorni sotto campana restando comunque piacevolmente golosa.

Gli ingredienti sono pochi e l’esecuzione è abbastanza veloce, l’importante per un buon risultato è scegliere 200 g di cioccolato di qualità. Un fondente al 50% è sufficiente. Io per la verità sui 200 g previsti ne ho sostituiti 50 g con cioccolato al 70 % per rafforzare il gusto della Tenerina. Come altra variazione visto che mi piace l’accostamento noci-cioccolato ho guarnito di gherigli tutta la superfice della torta.

 

Con questa Tenerina alle noci io ho abbinato la Malvasia delle Lipari Passito D.O.C.-Selezione Carlo Hauner.

tenerina

Ingredienti: 2oo g cioccolato fondente, 100 g di burro, 4 uova, 100 g zucchero semolato, 60 g farina 00, 15 noci, qb zucchero a velo.

Tempo di preparazione: 30 minuti                                                      Tempo di cottura: 18-20 minuti.

Resa: 8 porzioni                                                                         Teglia inaderente con cerniera da 22 cm.

Sciogliete a bagnomaria burro e cioccolato.

img_3479 tenerina

Amalgamate bene i due ingredienti, poi lasciate raffreddare mescolando di tanto in tanto.

img_3482 tenerina

Separate i tuorli dagli albumi. Unite al cioccolato ormai intiepidito un tuorlo per volta attendendo che il primo si amalgami prima di aggiungerne un’altro.

img_3485 tenerina

Amalgamate la farina stacciandola in modo da non far grumi.

img_3486 tenerina

Montate a neve ferma albumi e zucchero. Aggiungeteli in tre riprese al composto di cioccolato.

img_3491 tenerina

Incorporate bene la meringa.

img_3493 tenerina

Travasate l’impasto nella teglia imburrata e infarinata e lasciate assestare qualche minuto.

img_3495 tenerina

Completate rivestendo la superficie della torta coi gherigli di noce.

img_3497 tenerina

Infornate senza ventilazione a 200° per 18-20 minuti.

img_3500 tenerina

Fate intiepidire,sformate e guarnite con zucchero a velo.

img_3503 tenerina

img_3510 tenerina

 

 

 

 

Precedente Focaccia con noci e gorgonzola cremoso Successivo Capresine di pasta sfoglia

Lascia un commento


*