Strudel di sfoglia in rosa

Lo strudel che vi propongo in questo breve articoletto mi ha lascito proprio soddisfatto per via del buon sapore che ho ottenuto mescolando il formaggio cremoso all’estratto di pomodoro. I due ingredienti riuniti in una crema rosata tendono un po’ all’acidulo che però è ben stemperato dal boccone di mozzarella fiordilatte tagliato a fettine. La parte sapida l’hanno fornita i wurstel e il sentorino d’affumicato che dona questo salume, completa il quadro dei sapori. L’estratto di pomodoro è veramente un gran bell’ingrediente, in pratica è una passata asciugata al sole e condita solo con sale, un pomodoro concentrato all’ennesima potenza che perdendo umidità acquista una consistenza pastosa. Viene chiaramente preparato in piena estate e se si parte da un buon pomodoro ben maturo alla fine si ottiene un estratto  dal carattere dolce-acidulo, ottimo insaporitore da utilizzare in svariate occasioni quando serve un tocco di maggiore sapidità. Va usato con una certa parsimonia perché incide molto sul gusto finale della pietanza e si deve far attenzione al sale che si aggiunge al cibo perché l’estratto di suo è già salato. Io non so più farne a meno e ci sono ricette che lo richiedono senza deroghe come il ragù di carne alla siciliana per la pasta col “capuliato”, questo primo senza l’estratto è tutta un’altra cosa. Qui in Sicilia come credo nel resto dell’Italia meridionale si riesce reperire con una certa facilità anche se di qualità variabile, nel caso non riusciate a trovarlo sostituitelo con il triplo concentrato industriale, non è la stessa cosa ma è il prodotto che più gli si avvicina per sapore. Per questa ricetta ne bastano tre cucchiaini sciolti con le dita in pochissima acqua tiepida in modo da renderlo fluido. Mescolatelo a 70-80 g di formaggio cremoso, io sottomano avevo il Philadelphia e devo dire che alla fine riesce un composto dal bel colore e di buon sapore. Per complete gli ingredienti dello strudel bastano un boccone di fiordilatte da tagliare a fettine che vanno poi lasciate gocciolare per un’oretta, una confezione di wurstel piccoli e un rettangolo di sfoglia preconfezionata da 20 cm x 40 cm. Creato lo strudel incidetelo in superficie perché possa sfogliare bene, pennellatelo d’uovo battuto e infornatelo a 180° senza ventilazione fino a doratura, col mio forno sono passati circa quaranta minuti.

 

[recipe]

 

Per accompagnare questo strudel o scegliete una Pilsner o oppure come ho fatto io stappate una bottiglia di Rosato delle cantine Sassotondo, profumato ma non invadente, scattante di corpo e ben bilanciato.

Strudel di sfoglia in rosa

PS. Il tempo di preparazione non comprende l’ora necessaria per sgocciolare le fettine di mozzarella.

Precedente Maccheroni ai cinqu puttusi col ragù Successivo Spaghettata burro limone e scampetti

3 commenti su “Strudel di sfoglia in rosa

Lascia un commento


*