Sfoglie classiche per la prima colazione

Le paste sfoglie per la prima colazione sono di piccoli dolcetti che qui a casa preparo molto spesso perché in un’oretta sono pronti per essere gustati ancora tiepidi. Pasta sfoglia, marmellata di albicocche e crema pasticcera stanno molto bene assieme, infatti, nei bar della mia città questa golose sfoglie non mancano mai. Sono una delle colazioni che preferisco soprattutto se ho la fortuna di trovarle sfornate da poco, croccanti e riccamente farcite accompagnandole a un cappuccio spumoso o a un caffè cremoso e ristretto. Non avendo però l’abitudine di far colazione al bar mi sono attrezzato per riprodurle in casa ed essendo facili e veloci da preparare sono diventate una dolce abitudine quasi quotidiana.  Per realizzare cinque sfoglie tirate la pasta sfoglia allo spessore di 2-3 mm e date forma rettangolare 40 x 20 cm. Poi segnate sui lati più lunghi sei piccole incisioni a 8 cm una dall’altra e usando una rotella taglia pizza ricavate cinque rettangoli. Cercate di fare i tagli il più dritti possibile per facilitare la chiusura. Per farcire preparate una crema pasticcera profumata di vaniglia e buccia di limone, tenete a portata di mano della buona marmellata di albicocche e mettete a bagno un cucchiaio d’uvetta sultanina. Spalmate tre cucchiaini della farcia scelta nella metà inferiore tenendovi al centro e lasciando un paio di cm di bordo libero, unite l’uvetta ammollata se la gradite, poi piegate e saldate le fessure laterali. Aiutatevi in quest’operazione bagnando le parti libere dalla farcia con un velo d’acqua steso con un pennello. Per completare le sfoglie inumidite alche la faccia superiore, spargetevi un pizzico di zucchero semolato e fate 3-4 taglietti di traverso. Infornate a 180° fino a doratura di solito bastano una ventina di minuti. La ventilazione accendetela solo se fanno fatica a dorare.

Ricetta banale direte ma ve la consiglio perché senza tanti sbattimenti si riesce a fare con queste sfoglie una buona colazione.

Preparate la crema pasticcera con la ricetta che più vi aggrada,non fatela densissima altrimenti in cottura acquisisce una consistenza sgradevole. 250 gr è la dose minima che preparo ma ne rimane e di solito la riutilizzo…friggendola  😛 Sfoglie classiche per la prima colazione

Lavate e asciugate l’uva passa dopo che si è ben reidrata.

o ma ne rimane e di solito la riutilizzo...friggendola :-) 

Tagliate i rettangoli e farcite a piacere.

o ma ne rimane e di solito la riutilizzo...friggendola :-) 

Piegate i rettangoli. saldate i bordi, bagnate la superfice con un pennello e spolverate di zucchero semolato. Incidete con 3.4 taglietti le sfoglie dopo averle fatte riposare una mezzora in frigo. infornate a 180° per circa 20 minuti.

sfolie classiche da prima colazione

Sfornate quando sono gonfie e ben dorate.

Sfoglie classiche per la prima colazione

Servitele tiepide con un buon espresso o con un bel cappuccino spumoso.

Sfoglie classiche per la prima colazione

Sfoglie classiche per la prima colazione

Precedente Patate novelle ai formaggi Successivo Cavolfiore gratinato al Bitto

5 commenti su “Sfoglie classiche per la prima colazione

Lascia un commento


*