Sfoglia speck gorgonzola e nocciole del Piemonte

Con questa sfoglia speck gorgonzola e nocciole del Piemonte ci sono ricascato. Mi ero ripromesso o meglio mi “avevano costretto” 😎  a promettere d’evitare per un bel periodo l’utilizzo della pasta sfoglia ma mi piace troppo e non ho resistito. Con la scusa che per cena si erano preparati solo di carciofi stufati con prezzemolo e aglio, ho iniziato dire che mi sembrava un pasto un po’ poverello perché con i carciofi si mangia pochino dato che di scarto ce n’è tanto. Grazie alle mie capacità di convinzione 😀  ho vinto le resistenze per altro non troppo accanite delle mie assaggiatrici di famiglia e sono riuscito a infornare questo goloso rotolo. In tutta onestà quella che ho fatto apparire come un’idea dell’ultimo momento l’avevo in testa da qualche giorno e questa mattina visto che si era deciso per i carciofi presa la palla al balzo, sono andato apposta al super per acquistare gli ingredienti necessari. Ho fatto la solita spesa giornaliera ma assieme alle cose preventivate ho acquistato gli ingredienti per la sfoglia speck gorgonzola e nocciole del Piemonte. Il rettangolo di sfoglia e la confezione di nocciole per fortuna erano già casa così non ho destato sospetti 😉  …e sono riuscito a testare l’accostamento di sapori per me nuovo tra lo speck, il gorgonzola e le nocciole che m’incuriosiva e che non avevo mai provato. Gli Ingredienti sono pochi bastano un rotolo di sfoglia preconfezionato di forma rettangolare che misuri 40 cm x 20 cm, 100 gr di gorgonzola meglio se cremificato, 70 g di speck tagliato a fettine molto sottili e 50 g di nocciole tritate grossolanamente. I passaggi per preparare questa sfoglia speck gorgonzola e nocciole del Piemonte sono uguali a quelli che ho usato in tutti i rotoli già presenti qui nel blog. Si stende la sfoglia, si spalma il gorgonzola, si spargono le nocciole e si copre tutto con le fettine di speck. Poi aiutandosi con il foglio di carta forno si arrotola, si chiudono bene le stremità e si mette in frigo a rassodare per un’oretta. Passati i trenta minuti, si fanno delle incisioni sulla superfice del rotolo e si pennella con uovo battuto. La cottura dura venti minuti a 200° e la ventilazione accendetela solo se la sfoglia speck gorgonzola e nocciole del Piemonte fatica a dorare.

 

[recipe]

 

Con la sfoglia speck gorgonzola e nocciole del Piemonte è un piatto aromatico, untuoso e pastoso e salato in cui il sapore dello speck cotto tende porsi in primo piano io ho bevuto un Gewurztraminer Réserve – Appelation Alsace Controlee – Goustave Lorentz – Bergheim.

Sfoglia speck gorgonzola e nocciole del Piemonte.

 

Precedente Fave fresche stufate con cipollotto Successivo Girelle con carciofi crudo e parmigiano

Lascia un commento


*