Plum cake al caffè forte

Il plum cake al caffè forte nasce dalla costante ricerca di dolci da colazione o merenda pomeridiana sia per accontentare le mie assaggiatrici di famiglia sia per evitare l’acquisto di merende confezionate. Torte al caffè o dolcini vari ne ho sperimentati molti senza mai raggiungere l’intensità del sapore di caffè che mi soddisfacesse. Finora per farcire ho sempre utilizzato delle creme pasticcere addizionando tazzine di caffè espresso senza mai arrivare al sapore desiderato. Volendo mantenere una consistenza accettabile che rendesse la crema sufficientemente soda per essere utilizzata a un certo punto l’aggiunta di liquidi doveva essere sospesa. Allora mi son fatto sta pensata che per me è una novità ma che certamente altri avranno già sperimentato con successo, cioè sostituire il caffe liquido con granuli di caffè solubile sciolto nell’espresso e poi zuccherando a dovere. Risolvere il problema di consistenza è stato poi facile, è bastata infatti l’aggiunta di amido di mais sciolto in poca acqua per evitare i grumi. Miscelato il tutto, è stato sufficiente arrivare a bollore e poi mescolare energicamente per ottenere una bella crema di caffè spessa e dal sapore molto intenso. Con le dosi che vi fornisco in questa ricetta, si ottiene una crema al caffè che non è facilmente spalmabile e per maneggiarla conviene usare una sacca da pasticceria. Dovendo dar sapore a un plum cake la densità m’è riuscita adatta ma se volete usarla come farcitura al centro di una torta dovrete giocare sulla quantità di amido per diminuirne la consistenza per renderla spatolabile. Il plum cake è preparato con una ricetta base, senza nulla di particolare nell’impasto, unica differenza da tutti gli altri che ho eseguito è stata la sostituzione di 1\3 della farina 00 con amido di mais in modo che alla fine il dolce sia più morbido e leggero. Lo stampo deve essere ben imburrato e infarinato e per evitare difficoltà al momento di estrarre il dolce conviene rivestirne il fondo con un foglio di carta forno. Infornate a 180° senza ventilazione e lasciate cuocere 50- 60 minuti poi fatelo intiepidire una decina di minuti nel forno spento con lo sportello aperto, magari è una mia impressione ma facendo così mi pare che tenda a sgonfiarsi meno. Se vi piace il sapore intenso del caffè provatelo e una bella cucchiaiata di panna montata è il giusto complemento alla fetta di questo goloso plum cake al caffè.

 

[recipe]

 

In abbinamento al plum cake al caffè fortevi consiglio una buona Malvasia passita delle Lipari, calda, dolce, morbida e con una lunga Pai oppure un profumatissimo Rum agricole.

Precedente Pasticcio di cataneselle al forno Successivo Crostata con composta di ciliegie espressa

Lascia un commento


*