Piccoli paté di riso con pancetta e Praga

I paté di riso qui a casa ropa vengono molto apprezzati e di conseguenza sono sempre alla ricerca di saporite variazioni  per la farcitura. Questa volta la ricetta nasce per caso da un avanzo di sugo preparato per condire una spaghettata organizzata velocemente in modo da sfamare un paio d’amici che si sono inaspettatamente fermati a pranzo dopo una mattinata di chiacchiere. Solo che avendo abbondato nelle dosi come spesso mi accade, mi son ritrovato 200 g di salsa in più da riciclare. Alla fin fine credo di averla ben utilizzata ricavandone questi piccoli paté che hanno ottenuto un più che discreto successo a cena serviti come antipasto. La salsina usata per condire 180 g di riso è semplicissima da preparare basta far soffriggere della cipolla tagliata a velo assieme ad un peperoncino rosso secco e piccante in olio d’oliva e quando il tutto comincia a profumare, si aggiungono i cubetti di pancetta lasciandoli rosolare per tre – quattro minuti. Poi si versa la passata di pomodoro a crudo, si porta la fiamma al minimo e si lascia stringere. Alla fine si aggiusta di sale e si spegne. Tenetelo a mente questo piccante sughetto perché un piatto di pasta condito così e completato da una spolverata di pecorino vi tornerà sicuramente utile per salvare pranzi o cene nati all’ultimo momento. Tornando ai nostri paté avendo a diposizione la salsa e un rettangolo di pasta sfoglia pronta ci si sbriga piuttosto velocemente basta lessare il riso tenendolo al dente, condirlo col sugo piccante assieme a qualche cucchiaio di parmigiano grattugiato e il ripieno è pronto. Se volete arricchire i paté con un sentore d’affumicato prima d’inserire il riso stendete sulla sfoglia qualche fettina di prosciutto cotto tipo Praga. Io ne avevo giusto tre piuttosto sottili ma per sentirlo a dovere vi conviene farvene affettare tre fette che pesino almeno 150 g. Poi la metodica di preparazione è sempre la stessa, stendete il ripieno mantenendovi vicino al bordo di un dei lati lunghi del rettangolo di sfoglia e arrotolate aiutandovi con la carta forno fornita nella confezione. Riposizionate il rotolo con la chiusura verso il basso al centro della carta forno e posate tutto su una placchetta. Per tagliare facilmente i paté usate un coltello a lama pesante e ben affilata ma eseguite questa operazione dopo aver fatto rassodare il rotolo di sfoglia almeno un ora in frigorifero. Ricavati i paté pennellateli con un po’ d’uovo battuto e infornateli per una ventina di minuti a 180° usando la ventilazione solo se vi accorgete che fanno fatica a dorare.

 

[recipe]

 

Con questi piccoli paté segnati dalla presenza del prosciutto di Praga bevete una bock chiara oppure se la trovate una Aecht Schlenkerla Rauchbier – Weizen che per il suo sapore che richiama le note affumicate del piatto cui ben si adatta.

 

Piccoli paté di riso con pancetta e Praga

 

 

Precedente Risotto classico ai porcini Successivo Torta Nua all’amarena

12 commenti su “Piccoli paté di riso con pancetta e Praga

Lascia un commento


*