Penne croccanti al pomodoro e mozzarella

Non vi capita mai di arrivare quasi a orario di cena senza uno straccio d’idea in testa per sfangarla? O di rientrare a tarda ora aprire il frigo e accorgervi di avere ben poco a disposizione per preparare qualcosa di decente bè queste penne sono nate così. La ricetta delle penne croccanti è un vero e proprio salvavita… perché con una bottiglia di passata e tre mozzarelline si porta a tavola un primo che non è certo una portata da gran gourmet ma che mangiata risulta tutto sommato molto gradevole. L’idea è banale e abbastanza scontata però mi pare giusto pubblicarla visto il tono casalingo del mio blog e le penne croccanti al pomodoro e mozzarella per genesi, rapidità d’esecuzione e i pochi elementi necessari ne rispettano appieno lo spirito casereccio. Insomma oltre alle ricette che richiedono d’essere pensate un giorni prima e che necessitano d’ingredienti da acquistare appositamente credo che alle persone interessino anche e ,forse soprattutto, quelle semplici ma che ci risolvono i problemi della tavola con facilità. Tornando agli ingredienti ci serve della passata a crudo per ricavare la salsa di pomodoro. Potete a vostro gusto preparare un soffritto di base con cipolla o con aglio secondo le preferenze e poi cuocere la passata nel soffritto. Se volete un condimento più veloce e più facile da digerire sempre mantenendo un buon sapore mettete in una casseruola a bordi alti la passata con lo spicchio d’aglio fate stringere e poi condite con un filo d’olio d’oliva a crudo e 4 – 5 foglie di basilico. La mozzarella deve essere solo tagliata a dovere e lasciata sgocciolare se troppo lattiginosa. Ultimo ingrediente del buon parmigiano grattugiato non serve altro. Come formato penne o rigatoni, comunque pasta corta da scolare almeno quattro minuti prima del fine cottura altrimenti dopo il passaggio in forno risulterà scotta. La cosa che mi piace di più in questa teglietta sono le penne che formano lo strato superficiale perché al calore del forno si abbrustoliscono e diventano croccanti. Scordatevi di fare porzioni dalla forma perfetta, mancando infatti  un vero legante quando si preparano i piatti la pasta tenderà irrimediabilmente a separarsi. Alla fin fine la cosa non deve preoccupare del resto in un piatto così concepito non è certo l’aspetto estetico ad avere la maggior importanza.  In meno di un’ora è pronta da servire calda con la mozzarella che fila piacevolmente.

 

[recipe]

 

In abbinamento bevete un rosso leggero come il Piedirosso Campi Flegrei doc di Grotta del Sole o il Per ‘e Palummo di Casa D’Ambra a Ischia perfetti su questi primi con salsa di pomodoro e mozzarella, oppure con un Aglianico in versione rosata.

 

 

Precedente Focacce ai peperoni e mortadella Successivo Pollo in potacchio

Lascia un commento


*