Pasta e ceci con alici e rosmarino

Pasta e ceci a casa ropa s’è sempre fatta col fondo di carota, sedano e cipolla ed è sempre riuscita bene. Ieri però m’è venuta voglia di mutare sapore così ho deciso di prepararla con alici, aglio e rosmarino. La ricetta che sfrutta questi ingredienti è di antica matrice romana, quindi nulla di veramente nuovo, ma per me è stata una bella variazione dal solito sapore. Il risultato mi ha molto soddisfatto, perché l’uso delle alici sotto sale fatto in giusta quantità non maschera e anzi esalta il gusto dei  ceci. Per un risultato goloso cercate dei ceci di buona taglia, possibilmente italiani, anche se è difficilino trovarne in giro, ma soprattutto curate ammollo e lessatura. Per l’ammollo dei ceci bisogna immergerli in acqua abbondante, il liquido deve sovrastarli di almeno tre dita. Questo in più è necessario perché i ceci assorbono molto raddoppiando di volume, senza si rischierebbe di reidratarli in modo disomogeneo, lo strato superiore, infatti, rimarrebbe ben presto senza acqua disponibile. Sull’uso di una puntina di bicarbonato nell’acqua d’ammollo i pareri sono discordanti. Io lo uso perché trovo che aiuti ad ammorbidirli, anche se indubbiamente ha l’effetto collaterale di aumentare il distacco della buccia dei ceci in fase di bollitura. E’ un scelta personale e non strettamente necessaria legata al ricordo della cucina dei miei nonni. Continuo a far così anche perché ritengo che qualche buccetta in più in un piatto rustico come questo non sia un così grave danno. Per quanto riguarda la bollitura niente sale e acqua abbondante in modo da evitare aggiunte nelle due ore che servono per portare i ceci cottura. Tenete comunque a disposizione un pentolino d’acqua bollente nel caso dobbiate giungerne un po’. L’imperativo è non diminuire la temperatura dei ceci in cottura bloccandone l’ebollizione, perché se questo accade, “intronano” e restano granulosi anche aumentando all’infinito il tempo di lessatura. Preparati i ceci, non resta che scegliere il fondo per insaporirli, nel caso specifico per quattro porzioni occorrono tre alici sotto sale, due rametti di rosmarino e uno spicchio d’aglio abbastanza grosso privato dell’anima. Tutti gli ingredienti vanno finemente tritati e soffritti in abbondante olio extravergine d’oliva. Provatela questa pasta e ceci ve la consiglio perché le assaggiatrici di famiglia hanno approvato con entusiasmo il piatto.

[recipe]

Questa versione di pasta e ceci è particolarmente aromatica, ricca di proteine e pastosa al palato vi consiglio di provare un bottiglia di Rosso Piceno oppure stappate un bottiglia giovane di Valpolicella 1 anno – Az. Agr. Trabucchi D’Illasi dai tannini levigati e giustamente profumato per reggere il piatto.

Pasta e ceci con alici e rosmarino

PS. Nel tempo di preparazione non sono comprese le 12 ore d’ammollo e nel tempo di cottura non sono conteggiate le 2 ore di prebollitura.

Precedente Tartelle con crema pasticcera Successivo Boscaiola con pioppini e salsiccia

Lascia un commento


*