Le girelle con spinaci, porchetta e Bitto

Le girelle con spinaci, porchetta e Bitto sono nate per caso, tutti gli ingredienti sono avanzi di frigorifero che rischiavano di andare  a male. Il Bitto Dop è di produzione industriale non un “Bitto storico” presidio slow food praticamente introvabile dalle mie parti, però per ricette semplici come questi piccoli sfizi di sfoglia anche il primo tipo va più che bene. Oltre al Bitto ho utilizzato come farcitura per le girelle circa 150 g di porchetta affettata che avevo acquistato per farcire dei panini, era la classica porchetta cotta alla brace insaporita con pepe nero, aglio, rosmarino e finocchietto e visto che la qualità era buona, mi dispiaceva non riciclarla in qualche modo. Farcire le girelle con solo formaggio e porchetta non mi convinceva troppo perché mancava un elemento vegetale che le rendesse morbide. Fortunatamente avevo disposizione 300 g di foglie di spinaci già mondate. E’ bastato dare una velocissima sbollentata in acqua salata, per poi ripassarli in padella con 20 g di burro, un cucchiaio d’olio. Dopo una decina di minuti a fiamma media erano belli asciutti e dopo averli aggiustati di sale, ho finito la cottura saltandoli con tre cucchiai di parmigiano. Per completare la preparazione degli ingredienti per la farcitura delle girelle ho eliminato la buccia a 150 g di Bitto e l’ho tagliato in quattro bacchette. La preparazione segue sempre le stesse regole, stendete la pasta sfoglia a due -tre mm di spessore dando forma rettangolare. Iniziate a farcire stendendo la porchetta, poi fate uno strato di spinaci e finite disponendo le bacchette di Bitto una dietro l’altra seguendo uno dei lati lunghi del rettangolo di sfoglia. Arrotolate il tutto aiutandovi con la carta forno e poi riponete il rotolo ottenuto in frigo per un’oretta. Quando il rotolo s’è rassodato, pennellatelo di rosso d’uovo e tagliatelo ricavando dieci girelle larghe 4 cm circa che poserete su una placchetta rivestita di carta forno. Distanziatele di qualche centimetro una dall’altra in modo che possano sfogliare senza attaccarsi tra loro. Infornate per venti minuti a 180° senza ventilazione e accendetela solo negli ultimi dieci minuti fono a doratura. Servitele appena diventano tiepide.

 

[recipe]

Qualche notizia sul Bitto usato per farcire le girelle le trovate qui.

 

Le girelle con spinaci, porchetta e Bitto

 

 

 

Precedente Trippa con i fagioli cannellini Successivo Sporcamuss pugliesi

6 commenti su “Le girelle con spinaci, porchetta e Bitto

Lascia un commento


*