Lasagnetta con burrata e pomodorini

La ricetta di questa lasagnetta corre sul filo della memoria e ormai la eseguo a occhi chiusi. La prima versione che sono andato a riesumare dagli archivi di cookaround risale al 2007 e da allora anche se con piccolissime variazioni ogni volta che la servo a tavola, è gradita a tutti i commensali. E’ un primo piatto dal tenore estivo, del resto a ben vedere è un’insalata caprese rivisitata sotto forma di lasagna. E’ dunque un primo semplice e senza complicazioni ma avendo a disposizione ingredienti di buona qualità il risultato non delude mai e potrete servirla anche a commensali vegetariani che ammettano nel loro regime alimentare l’uso dei formaggi. Una lasagnetta basata dunque su un’idea semplice …bastava solo pensarci ma in tutta onestà non è farina del mio sacco io l’ho rubacchiata da una trasmissione del Gambero Rosso vista su Sky. Credo sia dello chef Gennaro Esposito, sta di fatto che la ricetta m’è piaciuta subito sia per i pochi ingredienti utilizzati sia per l’immediatezza di preparazione. La cosa più lunga da fare e la cottura pomodorini che devono essere ridotti quasi a crema ma al massimo in una quarantina di minuti la lasagnetta è montata poi bastano dieci minuti col forno a 200° per gratinarla e ci si siede a tavola. Per ottenere una lasagnetta perfettamente aderente all’originale si deve avere a disposizione una bella burrata fresca e non sempre è possibile però come valida alternativa stracciate una mozzarella fiordilatte e impastatela con panna fresca. Utilizzando questo escamotage il sapore risulta comunque piacevolissimo, si perde in consistenza mancando la morbida avvolgenza al palato della burrata ma resta comunque un gran primo piatto. Abbondate col basilico fresco meglio se a foglia larga per la nota mentolata che possiede. L’acidità se pur contenuta dei pomodorini e l’abbondate presenza di questa pianta aromatica con i suoi sentori vegetali ci consentono di rinfrescare il piatto dall’untuosa grassezza della burrata. Rispettando queste piccole accortezze la lasagnetta riuscirà ben equilibrata per consistenza e sapore, io vi consiglio di provarla perché dopo tante prove è una ricetta ben rodata che non ha mai deluso.

 

[recipe]

 

 

 

Questa lasagnetta è segnata essenzialmente da grassezza e untuosità mentre la nota acida e aromatica passano in secondo piano. Io vi consiglio di abbinare al piatto un Capri bianco Doc ma sarebbe da provate anche un vino lievemente aromatico ma sempre fresco d’acidità come un Müller Thurgau trentino.

 

Lasagnetta con burrata e pomodorini

Precedente Focaccette impastate con autolisi Successivo Torta di mandorle e gocce di cioccolato

Lascia un commento


*