Ncasciata di salsiccia e ricotta infornata

Questa “Ncasciata” in cassa di melanzane fritte è un gran bel primo piatto, però ci vuole tempo per prepararlo a dovere. Il fatto è che per avere un bel ragù di salsiccia e piselli con cui condire le penne o altra pasta corta a vostro gusto occorrono almeno un tre orette di cottura a fiamma lenta in modo che alla fine risulti un sugo scuro, ben ristretto e saporitissimo. Questo è un piatto che vi consiglio di preparare a pranzo così poi vi fate una bella pennichella pomeridiana anche perché, a mio avviso, si deve tassativamente accompagnare con un buon bicchiere di vino. Gli ingredienti non sono molti ci vuole della buona salsiccia sale e pepe, o se vi piace, aromatizzata con semi di finocchio, pisellini anche surgelati, una melanzana e formaggio grattugiato. Ora per questa Ncasciata il parmigiano va benissimo e il risultato è comunque valido ma nell’occasione io ho usato della ricotta salata e infornata di pasta non  tostissima che possa però essere facilmente grattata. Usate una grattugia a fori laghi per ricavare delle scagliette di ricotta che si ammorbidiscano ma non scompaiano completamente in fase di condimento. L’aspetto finale è d’effetto riesce infatti un bel timballo uniformemente rivestito dalle melanzane fritte. Io vi consiglio di preparare dei timballini monoporzione perché mancando un vero legante tipo besciamella quando si tagliano delle porzioni, le fette ottenute tenderanno a disfarsi. Insomma un primo bello e goloso che potrete approntare, in caso abbiate ospiti, il giorno prima e poi infornare al momento giusto servendo a tavola con tutta tranquillità.

  [recipe]

La Ncasciata ha un bel sapore deciso e segnato a notevole untuosità, poi i piselli e la salsiccia danno assieme alla pasta un fondo tendente la dolce, considerate le caratteristiche mi sono rivolto a un rosato profumato, fresco, di buona persistenza, dai tannini percettibili e con un accenno d’amarognolo nel finale del sorso.

Incasciata

 

Precedente Agnello alla Materana Successivo Pagnotta con cipolle e olive taggiasche

Lascia un commento


*