Hamburger a modo mio

Hamburger…  dilemma carne macinata a macchina o carne tritata più grossolanamente a coltello? Ad essere puristi l’hamburger si dovrebbe preparare nel secondo modo per cui in questa ricetta siamo in realtà difronte a delle svizzere con uno spessore un po’ più alto del solito. Tolta di mezzo questa diatriba che potrebbe come al solito innescare polemiche mi sembra giusto dividere la descrizione della ricetta in quattro sezioni partendo dal confezionamento casalingo dei panini adatti allo scopo, poi il tipo di carne che utilizzo, di seguito le verdure necessarie e la loro eventuale cottura ed infine le salsine di condimento. Il pane meglio farlo da noi il precotto ed imbustato pur essendo sufficientemente morbido rilascia sempre quella puzzetta alcolica di conservante che mi fa passare la voglia. Io utilizzo due ricette una trovate sul sito http://vivalafocaccia.com/ricetta-pane-panini-hot-dog-fatti-incasa/#sthash.7HDGYOYB.dpbs l’altra ed è quella che trovate qui invece arriva da http://unamericanaincucina.com/2010/09/burger-buns/, sono entrambe valide fate al prova e poi scegliete a vostro gusto. Sono comunque impasti semplici e con lievitazioni veloci così si comincia a metà mattina o pomeriggio e il pranzo o la cena saranno pronti ad un orario accettabile. Per la carne io preferisco del macinato di chianina così è bello saporito, passato al tritacarne due volte e non troppo grasso. Impastatelo bene perché non si sfaldi in cottura e per condirlo uste solo sale e pepe nero. Come arricchimento dei nostri hamburger aggiungo del bacon o della pancetta affumicata resi croccanti sulla griglia ben calda. Le verdure sono le classiche un pomodoro cuore di bue ben consistente, qualche foglia d’insalata e a piacere dei cetriolini sottaceto, ma qua a casa non piacciono ed evito. Se ho tempo faccio caramellare in padella le fettine di cipolla ma anche a crudo sta bene. Salse almeno 3 maionese, senape dolce e  ketchup, a gusto potete aromatizzare con worcester  e tabasco. Discorso a parte per il formaggio o vi accontentate di formaggi tipo sottiletta o del filante in genere oppure cercate del cheddar che gli da un tocco in più sia per sapore sia per colore.

 

[recipe]

 

Con un hamburger così fatto lo so che pare una bestemmia ma qui  casa tante volte si beve Coca Cola, io personalmente devio volentieri su una birra e ho scelto una Sierra Nevada Pale Ale, un’americana prodotta utilizzando il luppolo Cascade, profumata e asciutta.

Hamburger a modo mio

 

 

Precedente Cestini chiusi di sfoglia e melanzane Successivo Torta Braito alle mele

Lascia un commento


*