Girelle con spinaci, stracchino e mortadella

Le girelle di pasta sfoglia con stracchino, spinaci ripassati e mortazza sono un’altra freccia al mio arco per la preparazione del buffet salato. In questo periodo sto facendo un po’ d’esperimenti perché ormai le festività natalizie si avvicinano e un bel tavolo di sfizi per aprire il cenone di capodanno è necessario approntarlo. Sono quindi alla ricerca di nuove idee per poterne servire una bella varietà senza fossilizzarmi troppo sulle solite cose, sempre gradevoli, ma alla fine ripetitive e così sono nate le girelle con spinaci, stracchino e mortadella. Finora ho mai utilizzato nei ripieni di queste piccole sfoglie delle verdure saltate col timore che la pasta sfogliasse con difficoltà e non riuscisse a diventare croccante. Fatto l’esperimento e visto, il buon risultato mi sono ricreduto e su questa nuova linea d’ingredienti più “umidi” continuerò certamente a cercare nuovi abbinamenti di sapori. Tornando a questa ricetta per arrivare a sfogliette croccanti bisogna cuocere le foglie di spinaci facendole direttamente appassire in padella con aglio e olio, farle asciugare il più possibile dall’acqua di vegetazione e asciugare l’umidità residua con una bella spolverata di parmigiano. Poi quando son freddi, schiacciateli con il dorso di un cucchiaio in modo da estrarre eventuale l’acqua residuata dalla cottura. La disposizione degli ingredienti sul foglio srotolato deve seguire questa sequenza prima le fettine di mortadella poi gli spinaci ben strizzati e per ultimo lo stracchino che deve avere una buona consistenza e non essere troppo molle. Seguendo quest’ordine la mortadella separa gli spinaci dalla base di pasta e lo stracchino finisce nella zona centrale, così facendo i giri di pasta sfoglia che creano gli strati più esterni rimanendo abbastanza separati dagli ingredienti umidi riescono a gonfiare bene e a diventare dorati e croccanti. Molto da aggiungere non c’è se non le solite raccomandazioni, tenete il ripieno a un paio di cm dal uno dei bordi lunghi e arrotolate aiutandovi col foglio di carta forno facendo in modo che la chiusura del rotolo finisca in basso a contatto con la placchetta. Lasciate il rotolo farcito in frigorifero almeno per un’ora in modo che rassodando possa essere tagliato con maggiore facilità e per quest’operazione usate un coltello dalla lama pesante e ben affilata. Infornate le girelle dopo averle pennellata con un rosso d’uovo reso fluido da poco latte in modalità statica a 180° per una ventina di minuti. Usate la ventilazione solo se la sfoglia fatica a dorare poi quando son ben colorite sfornatele, lasciatele intiepidire e servitele senza far passare troppo tempo in modo che queste girelle restino belle croccanti.

 

[recipe]

 

Accompagnate le girelle con spinaci, stracchino e mortadella con una lager, oppure soprattutto in occasione delle festività natalizie con una flûte di prosecco io amo molto il Valdo n10 è un po’ caretto ma son soldi ben spesi.

Girelle con spinaci, stracchino e mortadella

Precedente Tagliatelle con crema di parmigiano, porcini e salsiccia. Successivo Conetti di sfoglia alla crema diplomatica

18 commenti su “Girelle con spinaci, stracchino e mortadella

Lascia un commento


*