Focaccia con patate pancetta e cipolle

La focaccia con patate, pancetta affumicata e cipolle l’ho preparata in piena crisi d’idee su cosa potessi cucinare per cena. In questa situazione di norma a casa ropa si finisce sempre per accendere il forno e cacciarci dentro una bella pizza ben condita. Nell’occasione però oltre a mancare le idee ero anche con gli ingredienti ridotti al minimo. Fatta una breve ricognizione mi son cascate le braccia, mozzarella giusto un bocconcino da 100 g, salumi quasi nulla  a parte poche fettine di prosciutto crudo e un pacchettino di pancetta affumicata a cubetti…basilico completamente “andato” 😥 . Ho visto però in dispensa patate nuove e cipolle dorate, ci ho pensato un po’ su e ho mentalmente virato passando dall’idea d’infornare una pizza alla preparazione di una gustosa una focaccia con patate. Il tempo disponibile s’era fatto un po’ ristretto e mi son dovuto adattare ad un impasto che potesse lievitare abbastanza velocemente cercando però di mantenere per quanto possibile il lievito di birra ai livelli di “minimo indispensabile”. La necessità di rimanere entro le tre ore che avevo a disposizione per completare la focaccia con patate mi ha costretto ad utilizzare una decina di grammi di lievito di birra fresco su mezzo chilo di farina 00, che per i miei standard normalmente assai più contenuti è uno sproposito. Con queste dosi e facendo 3 lievitazioni consecutive nel forno appena intiepidito e con la lucina accesa l’impasto era pronto nei tempi previsti. Alla fine della cottura l’odore di lievito cui sono sensibilissimo non si avvertiva e nonostante i miei timori è venuta fuori una focaccia con patate molto morbida e devo dire anche facilmente digeribile. Se avete fretta tenete a mente questa tipologia d’impasto anche perché a 24 ore di distanza, dopo una breve riscaldata, la focaccia con patate s’è mantenuta molto appetibile. Gli ingredienti in pratica ve li ho già detti e sono due patate nuove da affettare finemente, una bella cipolla dorata e 100 g di pancetta affumicata a cubetti. La cipolla dovete tagliarla quasi a velo e farla appassire assieme alla pancetta in due cucchiai d’olio extravergine d’oliva, ma basta giusto una cottura a fiamma viva di 5-6 minuti, poi spegnete e fate freddare. Nulla di più ma riesce proprio buonina, la cena è stata gradita anche dalle mie assaggiatrici di famiglia per cui ve la propongo e vi consiglio di provare la focaccia con patate anche nella versione farcita con salumi…credo proprio che non ve ne pentirete.

 

[recipe]

 

Per la focaccia con patate pancetta affumicata e cipolle un buon bicchiere di Etna bianco fresco d’acidità e di buona persistenza credo sia un buon abbinamento io ho stappato una bottiglia di Etna Bianco D.O.C. – Cantine Scilio e mi son trovato bene, oppure una bella lager fresca sarà un’ottima alternativa.

 

Focaccia con patate pancetta e cipolle

Precedente Carciofi ripieni gratinati al forno Successivo Tartelle con crema pasticcera

2 commenti su “Focaccia con patate pancetta e cipolle

  1. Gabriella il said:

    buona sera , non capisco bene la prima lievitazione avviene 30 minuti in forno , sistemare la pasta e riettre in forno per altri 30 minuti , , riprendere la pasta e mettere il tutto e poi coprire con cannovaccio , e lasciare altre 30 minuti , ma dentro il forno o fuori ??? visto che poi si dee infornare a 180°? io sinceramente opo i 30 minuti con cannovaccio ho alzato il forno a 180° e l’ho lasciao dentro … mi dica lei se ‘ultima 30 minuti coperto con cannovaccio deve restare fuori ??? grazie

    • dentistaaifornelli il said:

      Io la terza lievitazione dopo aver condito l’ho fatta sempre nel forno, poi ho tirato fuori la teglia facendo attenzione a non sottoporla a urti e ho lasciato a temperatura ambiente. Ho portato il forno a temperatura di cottura e ho infornato ma credo che alla fin fine non ci sia una grandissima differenza nel risultato finale rispetto a come hai fatti tu. Io metto in forno a 180° in modo che lo sbalzo termico acceleri di botto la lievitazione e facendo così mi pare che le focacce gonfino meglio ma non ho riscontri certi in merito nel senso che non ho mai fatto la riprova con lo stesso impasto. Comunque or correggo cercando di chiarire meglio il passaggio e grazie dell visita.

Lascia un commento


*