Crostata di fragole e ganache al cioccolato

Nonostante la mia scarsa propensione alla pasticceria questa crostata di fragole e ganache al cioccolato è risultata molto golosa. Non è un dolce che presenta particolari difficoltà d’esecuzione, ma occorre solo un po’ di tempo per farlo raffreddare bene prima di consumarlo, poi si va sul sicuro perché gli abbinamenti dei sapori non presentano sorprese. La base del dolce è fatta con una pasta frolla classica. Di norma non è una pasta difficile da lavorare solo che oggi in cucina c’erano più di 30° e la stesura in teglia s’è rivelata un po’ più complicata del solito. Ho dovuto fare tre quattro passaggi in frigo per farla rassodare e di conseguenza il tempo di preparazione s’è allungato ma alla fine sono riuscito a creare un contenitore abbastanza carino per la ganache. La cottura della frolla va naturalmente fatta in bianco coprendola con carta forno e legumi secchi per i primi 30-35 minuti in modo che non gonfi alla base, poi si elimina il tutto e si completa mantenendo la temperatura a 180° fino a doratura. Le fragole devono solo essere lavate e private del picciolo, poi si tagliano in pezzi non troppo piccoli e si passano in padella con succo di limone e abbondante zucchero a velo. La cottura è brevissima si saltano per 4-5 minuti fino a far rilasciare un po’ di succo che mescolato allo zucchero disciolto fornice un’ottima salsina per guarnire. Anche la ganache è classica io ho usato del cioccolato al 70 % di cacao sciolto in panna da cucina riscaldata senza arrivare all’ebollizione. I due ingredienti sono stati miscelati in pari peso, poi la ganache è rimasta in frigo per raggiungere una consistenza spalmabile. Un bel ciuffo di panna montata, giustamente addolcita per contrastare il sapore intenso del cioccolato fondente e la vena acidula delle fragole, completerà questa golosa crostata. Il dolce va conservato al freddo e tirato fuori qualche minuto prima di essere servito in modo che riescano fette abbastanza regolari e la ganache mantenga una buona consistenza. Se non volete aver problemi di tenuta, sostituite la ganache con una mousse al cioccolato…si perde un po’ nell’intensità del sapore ma il dolce diventerà certamente più gestibile. Comunque a parte questi piccoli problemi provatela è veramente una crostata golosa che servita fredda chiude in modo piacevole un pranzo o una leggera cenetta estiva.

 

[recipe]

 

Difficile abbinare un vino alla Crostata di fragole e ganache al cioccolato vista la forza prorompente del cioccolato, io resto affezionato al Passito delle Lipari oppure ad un rum molto profumato ma vale la pena provare anche un dolce Marsala superiore.

Crostata di fragole e ganache al cioccolato

Il tempo di preparazione non considera le 4-5 ore per rassodare la ganache, e quello di cottura è riferito alla frolla.

Precedente Bocconcini al latte Successivo Cotolette di melanzane

Lascia un commento


*