Crostata con crema al cioccolato bianco e prugne

La crostata al cioccolato bianco è nata perché amo molto i dolci di frolla farciti di crema pasticcera come la torta della nonna. Sono quindi sempre alla ricerca di varianti golose e in questo caso ho deciso di sostituire la classica crema pasticcera con una crema al cioccolato bianco. Per completare la farcitura ho aggiunto delle prugne secche denocciolate che con il loro fondo appena acido si accostano molto bene alla prepotente dolcezza del cioccolato bianco. La nota agra delle prugne evita al dolce di risultare stucchevole, rischio che incombe concretamente perché il cioccolato crea da solo quasi la metà della crema di farcitura. La frolla ha dosi abbastanza classiche, il burro è metà del peso della farina poi ci sono 150 g di zucchero e due uova. A me piace sabbiarla ma voi regolatevi con la ricetta che più vi soddisfa per consistenza e sapore. In questo caso non ho aromatizzato la frolla con sentore di limone ma mi sono limitato a dare un lieve gusto di vaniglia. Con due buccette di limone ho invece profumato la crema al cioccolato bianco in modo che un po’ di sentore agrumato fosse comunque presente perché trovo che si abbini bene al sapore delle prugne secche. La crema al cioccolato bianco è abbastanza semplice da preparare e per avere la dose sufficiente a farcire questa crostata prima ho fatto una crema pasticcera classica partendo da 250 ml di latte, 30 g di farina, ma ho ridotto lo zucchero a 70 g vista la quantità di cioccolato e completato con un uovo. La tecnica di cottura è sempre la stessa poi quando la crema comincia ad addensare ho aggiunto il cioccolato bianco ridotto a pezzetti. In una ventina di minuti la crema è pronta e raggiunge la giusta consistenza per essere facilmente spalmata dopo il raffreddamento. Per confezionare il dolce dividete la pasta frolla in due creando un panetto con 2\3 dell’impasto e uno con 1\3 e tirate due cerchi. Col più grande foderate la tortiera, poi stendete uno strato di prugne e in peso ne occorrono 250 g circa, aggiungete la crema al cioccolato bianco e col secondo cerchio preparate la copertura. Bucherellate bene il disco superiore di frolla in modo che il coperchio non gonfi per il vapore rilasciato dalla crema e dalle prugne durante la cottura. Infornate col forno già in temperatura a 180° senza ventilazione e lasciate cuocere per ottanta minuti accendendo la ventilazione solo se la crostata fatica a dorare.

 

[recipe]

 

Avrei voluto abbinare a questa crostata con crema al cioccolato bianco e prugne una Vernaccia di Serra Petrona spumante ma non sono riuscito a trovarla e ho ripiegato in buon ordine su un Asti spumante di Fontanafredda che con i dolci alla crema va sempre bene.

Crostata con crema al cioccolato bianco e prugne

PS. Un piccolo trucco, se alla fine della cottura i bordi e il fondo sono ancora bianchicci, appena la crostata è maneggiabile sformatela e capovolgetela sulla placca, accendete la ventilazione portando la temperatura a 200° fino a doratura omogenea a me sono occorsi ulteriori 10 minuti di cottura.

Precedente Petto di maiale marinato al forno Successivo Montepulciano d’Abruzzo Doc 2011 - E. Pepe

7 commenti su “Crostata con crema al cioccolato bianco e prugne

Lascia un commento


*