Crostata con composta di ciliegie espressa

Con questa crostata farcita di composta di ciliegie continua la serie dei dolci da colazione che sperimento abbastanza spesso per evitare l’acquisto dei prodotti preconfezionati non troppo graditi in famiglia. Le crostate farcite con diversi gusti di confettura sono quelle che faccio più frequentemente perché mi durano quasi una settimana senza pericolo che si rovinino per il caldo. Questa ricetta in particolare l’ho preparata perché mi era rimasto 1\2 kg di ciliegie che rischiava di invecchiare troppo. Già in partenza erano si dolci ma di una qualità non troppo soda e tre giorno di conservazione al freddo ne avevano peggiorato la consistenza. Non avevo però voglia di fare una vera confettura e mi sono limitato a ricavarne una spressa abbreviando di molto il tempo di cottura. Eliminati i piccioli e i noccioli, le ho ben zuccherate e le ho lasciate a macerare un’ora. Poi tenendo la fiamma al minimo le ho fatte cuocere fino al quasi totale restringimento del succo rilasciato. Ho schiacciate la composta con i rebbi di una forchetta, poi ho aggiunto 50 g di pistacchio di Bronte e dopo aver amalgamato per bene, ho riposto il tutto in frigorifero ad addensare per un’oretta. Nel frattempo ho impastato 500 g di frolla sabbiata profumando con la buccia di un limone bio e anche la frolla ha riposato per sessanta minuti in frigo. Trascorso il tempo necessario, ho diviso l’impasto in due parti con quella più abbondante ho rivestito lo stampo da crostata e con il terzo rimanente ho realizzato il cerchio per la copertura. 1\2 kg di ciliegie e 50 g di pistacchio al naturale forniscono la giusta quantità di composta per uno stampo da 22 cm profondo 4 cm e il risultato devo dire che è stato apprezzato… e così per altri 4-5 giorni il problema della colazione è risolto. In tutta onestà una composta espressa così non l’avevo mai fatta ed è stata una felice scoperta perché è una preparazione  veloce che non muta di molto il sapore della frutta essendo la cottura breve e comoda perché non si deve star lì a rimestare di continuo come nelle vere confetture di frutta.

 

[recipe]

 

Con la crostata con composta di ciliegie espressa mi piace abbinare a un Fiano Passito Privilegio dei Feudi di San Gregorio oppure si ricorro a una classica malvasia Passita delle Lipari, e queste sono le mie preferenze personali ma anche un buon spumante dolce e aromatico sarà una buona scelta.

 

Crostata con composta di ciliegie espressa

Precedente Plum cake al caffè forte Successivo Spaghetti con datterino e crema di ricotta salata

Lascia un commento


*