Carciofi ripieni gratinati al forno

I carciofi ripieni gratinati al forno sono un piatto dalle molteplici sfaccettature perché la farcitura che imbottisce i carciofi può essere preparata in molte varianti. Ci sono versioni adatte ai palati vegetariani che bandiscono ogni proteina animale dal ripieno e altre più adatte a fare di questi carciofi ripieni un vero e proprio secondo piatto, prevedendo l’uso di carne trita o di salumi nell’impasto. Qui vi fornisco una versione dei carciofi ripieni con prosciutto cotto che mi ha risolto molte volte la cena. Preparandoli in questo modo possono essere utilizzati anche come sfizioso antipasto, basta solo variare le quantità servite per porzione. Un carciofo a testa basta come antipasto invece se volete farne un secondo piatto consideratene almeno due per commensale. La cosa più lunga e scocciante è ripulire i carciofi che devono essere liberati dalle foglie esterne più dure. Vanno poi spuntati e torniti in modo che acquistino forma regolare e che  tutte le eventuali spine scompaiano. I gambi vanno accorciati ma non eliminati del tutto, lasciatene almeno 4-5 cm che vanno rifilati per eliminare la parte esterna più coriacea e amarottica. Eseguite queste operazioni tagliateli in due parti simmetriche ed eliminate la barba interna, poi immergeteli in una ciotola d’acqua acidulata con poche gocce di succo di limone per far si che non anneriscano ossidandosi all’aria. La farcitura per questa versione dei carciofi ripieni prevede la mollica di 2 panini raffermi (circa 70 g) bagnata nel latte, 80 di prosciutto cotto, 40 g di Auricchio dolce e 4 cucchiai colmi di parmigiano reggiano grattugiato. Aggiungete un uovo intero nell’impasto per fornire consistenza al ripieno e condite con sale, pepe nero e uno spicchio d’aglio tagliato in due. Lasciate riposare e insaporire il ripieno per un paio d’ore in frigo. Durante la preparazione dell’impasto dei carciofi ripieni tenete comunque disposizione un po’ di pangrattato per asciugare la farcitura nel caso fosse troppo molle. Per la cottura estraete i carciofi dalla ciotola, scolateli, sciacquateli sotto un getto d’acqua corrente quindi lessateli in acqua salata per 15 -20 minuti fino a che non siano morbidi ma non sfatti. Scolateli e asciugateli su panno carta, quindi farciteli con una bella cucchiaiata di ripieno. Posateli su una placchetta rivestita di carta forno, ungeteli con un filo d’olio e cuoceteli a 180° fino  a gratinatura. Servite i carciofi ripieni freddi o appena tiepidi.

 

[recipe]

 

Con i carciofi ripieni e gratinati al forno vi consiglio un rosso di corpo medio non troppo strutturato e dai tannini assai sfumai in modo che non faccia a pugni con il metallico del carciofo ma possa reggere la presenza del formaggio e del salume. Una Barbera mossa o un Piedirosso faranno al nostro caso. Io ho voluto provare un bianco in particolare il sauvignon blanc Quarz delle cantine Terlano e l’abbinamento se pur non perfetto è risultato gradevole.

Carciofi ripieni gratinati al forno

Precedente Piccoli pasticci di carne Successivo Focaccia con patate pancetta e cipolle

7 commenti su “Carciofi ripieni gratinati al forno

  1. Dalla Giusy di Blumirtillo il said:

    La ricetta è supersonica.
    Il problema, conoscendomi, è che mentre preparo mi tocca assaggiare e riassaggiare il ripieno un milione i volte!!!!
    Bravo Doc sei il numero 1
    Giusy di BluMirtillo

  2. Cosa vedono i miei occhi! Ma sono … succulenti, quella crosticina, il provolone che fila, anche solo la foto mi fa morire! La salvo e la ripropongo alla mia dolce metà!

Lascia un commento


*