Cannelloni al ragù e provola

I cannelloni ragù e provola assieme alle lasagne qui a casa sono il piatto della domenica o delle feste familiari e in questa versione col ripieno arricchito da provola fresca, mi viene chiesto abbastanza spesso di prepararli. Oggi ho fatto tutto in una mattinata ma dovevo infornarne solo una teglia a uso e consumo proprio 😉  però se il numero dei commensali supera le otto unità, vi conviene cuocere almeno il ragù il giorno prima in modo da velocizzare i tempi e rinviare la precottura della pasta e la preparazione della besciamella al giorno dopo. La besciamella fatela rassodare bene e arricchitela col parmigiano in modo da insaporirla, il ragù è un bolognese semplificato e dal tempo di cottura contenuto, in un’ora è bello stretto e può essere utilizzato appena intiepidisce. In questa ricetta per arricchire la farcitura uso con buoni risultati della provola ragusana fresca ottenuta da latte vaccino che si scioglie bene amalgamandosi alla carne e risulta saporita senza essere troppo salata. I cannelloni farciti in questo modo risultano piuttosto sazianti comunque consideratene almeno tre a porzione ma preparatene qualcuno in più tanto riscaldati il giorno dopo, sono ancora più buoni e si mangiano sempre volentieri.  Possono essere congelati prima della cottura in forno e durano almeno due mesi. Tenerne qualche monoporzione in freezer è comodo perché quando serve, basta infornarli ancora congelati e attendere che si gratinino così senza sforzo si risolve alla grande un pranzo anche perché sottoporli a congelazione, non ne altera né la consistenza né il sapore.

 

[recipe]

 

Per l’abbinamento enologico io li tratto un po’ come le lasagne anche perché gli ingredienti di base son quasi gli stessi e allora un buon Lambrusco Salamino o una Barbera mossa non stoneranno, oppure rivolgetevi ad un rosso di medio corpo di buona persistenza e freschezza come un Dolcetto Dogliani.

Cannelloni al ragù e provola

 

 

Precedente Crostata alla Nutella Successivo Frollini al burro di arachidi e marmellata

Lascia un commento


*