Boscaiola con pioppini e salsiccia

La boscaiola con pioppini e salsiccia è un piatto di pasta proprio adatto al freddo che s’è scatenato in questi ultimi giorni, perché ricco, saporito e saziante. Pazienza per le calorie per una volta non pensiamoci e godiamoci in santa pace questo primo che in verità è quasi un piatto unico, vista la ricchezza del ragù che condisce i rigatoni. La pasta è dell’azienda Gentile ottima per sughi corposi come quello di questa boscaiola ai pioppini e salsiccia perché è un rigatone tenace e gustoso capace di reggere in maniera ottimale sia la cottura sia l’intensità del gustoso condimento. Non datemi del rompiglione ma non mi stancherò mai di ripetere che conviene sempre scegliere una buona pasta di Gragnano, anche se costa qualcosina in più tanto a porzione son veramente pochi spiccioli e il piatto ne guadagna moltissimo in qualità. Detto ciò la boscaiola è una di quelle ricette non codificate che ognuno interpreta un po’ a modo  suo e questa è la mia versione. In verità non è certo un piatto d’alta gastronomia ma si tratta piuttosto di un primo casalingo o al massimo da trattoria. Era da un bel po’ che non lo preparavo e l’idea della boscaiola m’è tornata in mente perché ho acquistato 250 g di funghi pioppini senza sapere come utilizzarli, ma li ho comprati lo stesso perché non sono così frequenti da vedere sul banco del fruttivendolo e perché sono tra i funghi coltivati, sono tra quelli che mi piacciono di più. Nel sugo poi ho aggiunto una decina di grammi di porcini secchi ammollati e ben strizzati per aumentarne l’aromaticità. Per dare corpo al ragù della boscaiola ho utilizzato 300 g di salsiccia sale e pepe di suino nero dei Nebrodi e per aggiungere un tocco di dolcezza ho utilizzato 150 g di pisellini di cui ho fatto scorta e congelato al momento opportuno. Aglio prezzemolo e alloro sono gli odori che profumano il soffritto in cui andranno rosolati tutti gli ingredienti. Di solito il sugo alla boscaiola lo preparo in bianco ma stavolta per accontentare le assaggiatrici di famiglia ho unito 200 grammi di passata di pomodoro e 50 g di panna fresca che ha conferito al ragù un piacevole colore rosato e una bella cremosità…con buona pace delle calorie.

 

[recipe]

 

Con un piatto come la boscaiola con pioppini e salsiccia, untuoso, succulento, aromatico e grasso ci vedo bene un metodo classico pas dosè carbonico, fresco e capace per complessità e persistenza di reggere l’impatto gusto-olfattivo del piatto. Io ho stappato un Franciacorta Dosage Zero Millesimato Ca’ del Bosco dotato di tutte le caratteristiche summenzionate e l’abbinamento s’è rivelato adeguato alla pietanza.

 

Boscaiola con pioppini e salsiccia

 

Precedente Pasta e ceci con alici e rosmarino Successivo Cestini con asparagi speck e mascarpone

6 commenti su “Boscaiola con pioppini e salsiccia

  1. Altro che acquolina in gola…ma tu hai idea a prepararla con i porcini ed i pioppini freschi che raccolgo personalmente?
    No…i piselli ed il pomodoro no…quelli li devo comprare, salsiccia compresa!

Lascia un commento


*