Focaccia alle cipolle

Focaccia alle cipolle

Focaccia alle cipolle

Adoro i lievitati, sopratutto se salati, mille modi per la focaccia, mille e  una notte per le papille. Assaporatela con soddisfazione,…deliziosa…

E’ una ricetta che va bene anche per vegetariani e vegani.

L’odore della pasta lievitata unita agli aromi che si sprigionano dalla cipolla, dal rosmarino vi faranno venire voglia di mangiare questa focaccia alle cipolle anche cruda

Ingredienti per l’impasto

Farina 600 g (00, grano duro, manitoba ) divisa in parti uguali

Lievito di birra 1 cubetto

Olio evo 50 g

Sale 15 g

Latte tiepido 100 g.

Zucchero 10 g

Ingredienti per il condimento

Cipolle 2 o 3

Sale q.b.

olio 4o g.

Focaccia alle cipolle bis

PROCEDIMENTO

Inserite tutti gli ingredienti nel boccale del Bimby e impastate 4 min. a vel spiga ( per l’impasto a mano seguire la normale procedura dell’impasto del pane).

Lasciate lievitare all’interno del boccale (o in una ciotola) per 1 ora, in luogo tiepido e lontano da correnti d’aria.

Mentre la pasta lievita, tagliate le cipolle a fettine sottili, possibilmente con la mandolina.

Emulsionate in una ciotola il sale e l’olio.

Quando l’impasto sarà lievitato e raddoppiato di volume impastatelo per un altro min. a vel spiga, uscitelo dal boccale e stendetelo in una placca da forno rivestita da carta forno.

Quando la stendete dovete creare nella pasta delle cavita con le dita, ma non dovrete bucare la pasta.

focaccia alle cipolle ter

Lasciate lievitare per un’altra ora.

Con un pennello stendete l’emulsione sulla focaccia, distribuitevi le fettine di cipolla e infornate per 15/20 min a 190°.

Se vi va cliccate mi piace nella mia fan page: https://www.facebook.com/Cucinoso/?fref=ts

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Dolcini al cocco Successivo VOLA AL VENTO "cu la diavulina"

6 commenti su “Focaccia alle cipolle

  1. Gianni B. il said:

    Una focaccia di elevata qualità, si nota quanto sia gustosa e saporita, congratulazioni, una ricetta che proverò.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.