Vellutata dell’ortolano con pasta mista

Una vellutata con ingredienti freschissimi e selezionati, per un pieno di vitamine, di sali minerali e di energia. Il tuo corpo ne sarà molto felice.

Minestre, vellutata di verdure, spinaci, pasta mista
Vellutata di fresco di verdure con pasta mista

Avanti piano, non spingete! Questa non è la solita minestra. È un pieno di energia, gustosissimo e ricostituente.

Qui vi diamo la nostra ricetta di una vellutata di verdure con pasta mista, ma naturalmente voi potete adattarla alle vostre esigenze e ai vostri gusti. Noi vi indichiamo le quantità ideali e i tempi di cottura per una vellutata che chiunque potrà amare. Non ci sono nella nostra ricetta prodotti che possono causare disturbi, c’è un perfetto equilibrio tra i sapori, la sapidità è ottenuta sommando le varie fonti naturali di sale e la cottura è tale da restituire integri i sapori naturali e i valori nutrizionali d’origine. Provatela e commentatela.

Ingredienti

1 pugno di pasta spezzata per persona
200 gr di spinaci freschi
200 gr di coste
200 gr di zucchine
125 gr di carote
4 pomodori di media grandezza
3-4 gambi di sedano
100 gr di sedano rapa
8 cm di porro
1 ciuffo di prezzemolo
1,5 cucchiaino di sale grosso

Preparazione

    La vellutata di verdure

Mettete 1,5 litri d’acqua in una pentola a pressione e accendete il fuoco. Lasciatela aperta. Lavate tutta la verdura accuratamente e a lungo. Le carote e il sedano rapa vanno raschiate e messi a tocchi grossi nell’acqua. I gambi di sedano vanno rotti a metà con le mani e liberati dei filamenti legnosi e poi aggiunti nella pentola. Così come le zucchine, che vanno tagliate a metà e poi ancora per il lungo. Togliere la parte centrale, quella ricca di semi. Tagliate a metà i pomodori e privateli dei semi. Metteteli nella pentola con il porro, il sale e gli spinaci. Stipate pure gli spinaci e chiudete bene la pentola a pressione. Al fischio abbassate la fiamma e spegnete dopo 7 minuti

Mettere la pentola a pressione sotto l’acqua del rubinetto per abbassare la pressione fino a raggiungere quella ambiente di 1 atm. Questo procedimento consente di non disperdere i vapori di cottura e con esso la maggior parte delle vitamine.

Poi, alzando la valvola, accertarsi che non ci sia più vapore residuo e aprire il coperchio.

Minestre - Vellutata e brodo - @Cucinamaster 2015

Preparare tre vaschette capienti, con coperchio, per cibo, il frullatore a immersione e un mestolo.
Togliere il brodo eccedente con il mestolo e riporlo in una vaschetta. Quando il minestrone appare più asciutto, immergete il frullatore e frullate molto bene e a lungo. Poi aggiungete un mestolo alla volta, mentre frullate, fino ad ottenere una vellutata morbida, fluida e fine.

Quella che non consumate subito potete riporla nelle vaschette e, una volta fredda, nel frigo (max 3 gg).

    La vellutata di verdure con la pasta

Minestre - cottura della pasta - @Cucinamaster 2015
Mettere 0,5 litri del brodo vegetale della vostra velouté in una casseruola antiaderente con coperchio. Portare a ebollizione e poi aggiungere un pugno di pasta mista per persona. Mescolare bene e lasciare sobbollire con il coperchio leggermente aperto. Finito il tempo di cottura (aggiungere brodo vegetale se la pasta diventa troppo asciutta), aggiungere due-tre mestoli di velouté per persona e lasciare il fuoco acceso solo per il tempo necessario a portare il tutto alla temperatura voluta. D’estate lasciate intiepidire prima di servire.
Minestre - Cottura della pasta con vellutata di verdure - @Cucinamaster 2015
Servite nei piatti, aggiungete un giro di olio evo e grattate del parmigiano. Con le dita aggiungete qualche grano di sale fino.
Minestre - Vellutata con pasta e parmigiano - @Cucinamaster 2015
Buon appetito da Cucinamaster.com!

Precedente Fusilli ai peperoni friggitelli Successivo TORTINE DI MELA A ROSETTA