Polpo saltato ai semi di papavero

Quest’estate, mentre eravamo in vacanza, siamo tornati un ristoranti no di pesce in montagna, che a pensarci fa un po’ ridere (ma che si mangia il pesce in montagna?!?).

Comunque è un locale di quelli che da fuori non gli daresti due lire, invece solo passando la porta vieni accolto con calore in un posto caldo e accogliente (e con la pioggia della scorsa estate c’è n’era bisogno), molto, ma molto, carino.

La cucina, manco a dirsi, non è però  “dolomitica”, anche perché leggendo su tripadvisor ho scoperto che il cuoco in effetti è sardo.

A proposito, il ristorante si chiama “Dò Vea“, a Pozza di Fassa. Potete trovare un po’ di informazioni su tripadvisor e su facebook.

E tutto questo che c’entra? Eh bè proprio in quell’occasione ho mangiato un magnifico polpo saltato ai semi di papavero, davvero portentoso! E ieri sera ho provato a cucinarlo! Per la verità non mi son fatta svelare i segreti dal cuoco, ci ho solo provato. E secondo me il risultato non raggiungeva l’originale… ma il dolce marito è già in attesa che glielo riproponga! Insomma è stata un’alternativa alla classica insalata di polpo più che gradita… e lo spero lo sia anche per voi.

Polpo saltato ai semi di papavero

ingredienti per 4 persone

– 2 polpi da circa 800 g
– 1 carota
– 1 sedano
– 1 cipolla
– 500 g di patate
– 8 cucchiai di olio
– 1 cucchiaio raso di semi di papavero
– sale

1. Lessare il polpo.

Portare ad ebollizione in una pentola capiente molta acqua con la carota, il sedano e la cipolla. Quando spicca l’ebollizione prendere un polpo con il forchettone e immergere i tentali  per 3-4 secondi  e togliere dall’acqua per 3 o 4 volte. Mettere da una parte e ripetere il procedimento con l’altro polpo. Questo serve per far arricciare i tentacoli. Poi buttare entrambi i polpi a lessare per circa 30 minuti. Lasciare poi altri 15 minuti nell’acqua spento.

2. Sbollentare le patate. Far bollire in un’altra pentola dell’acqua in cui buttare, non appena prende il bollore, le patate ben lavate, comprensive di buccia. Cuocere per 5-10 minuti a seconda della dimensione. Scolare e sbucciare sotto l’acqua fredda, onde evitare terribili ustioni.

3. In una padella scaldare due cucchiai di olio e far saltare a fuoco vivace per 15 minuti le patate. Salare.

4. Nel frattempo  tagliare il polpo a tocchettini.

5. Far scaldare il restante olio in una larga padella, poi aggiungere il pollo e far saltare a fuoco vivace per 5-10 minuti. Infine salare, mescolare bene e aggiungere i semi di papavero. Non resta che servire il polpo sul letto di patate. BUON APPETITO!

 

IMG_4226

Precedente Quiche Sbratten Successivo Spezzatino di tacchino Nord-Sud

Un commento su “Polpo saltato ai semi di papavero

I commenti sono chiusi.