Minestrone in cartoccio a bassa temperatura

Vi siete mai imbattuti nelle teorie e pratiche della cucina a bassa temperatura? Ci credete? Io personalmente non sono molto informata, non ho fatto le mie personali sperimentazioni, ma la questione mi intriga abbastanza.

Ovviamente non nella declinazione in cui occorre un forno trivalente (ehh?!?), sottovuoto, forni particolari o che! Però ho visto che qualcuno propone le basse temperatura anche senza sottovuoto e con metodi casarecci (vedi colui che sta per diventare anche il mio mito, Luca Montersino).

Insomma sapete cosa? Ci ho provato anch’io, con metodo poco scientifico, senza sottovuoto ma in cartoccio e con verdure che anche se son rimaste un po’ croccanti poco male… perché di solito si mangiano anche crude (eheh mica volevo rischiare di buttare via tutto!!!).

Insomma il risultato è stato soddisfacente, anche perché ho potuto sfruttare qualche capacità che mi offre la casa che spesso non uso, come (rullo di tamburi) il forno programmabile!

Eh sì perché quando ho comprato il forno mi sembrava una gran figata averne uno che bastava impostarlo e lui si accendeva e spegneva da solo… sì però quante sono le preparazioni che vanno in forno a freddo?!?? Ecco, praticamente mai usato. Ma invece stavolta ho potuto preparare il tutto la sera prima e programmare per il giorno dopo, diverse ore, ma a una temperatura tanto bassa che l’impianto fotovoltaico è stato in grado di fornire tutta l’energia necessaria! Youppie! Quando si dice cuocere a costo zero!

Ah e in più ho pure sfruttato l’avanzo del giorno prima: fagioli cannellini stracotti che nessuno avrebbe mai magiato Doppio Youppie!

Veniamo al dunque:

Minestrone in cartoccio a bassa temperatura

Ingredienti:
– 400 g di fragioli cannellini lessi (anche se la sera prima son venuti stracotti van bene lo stesso!)
– 100 g di passato di pomodoro o pomarola
– sale e pepe
– 1 piccolo rametto di rosmarino
– 100 g di cimette di cavolfiore (ma proprio solo le puntine in cima in cima)
– 100 g di peperone rosso
– 150 g di zucchina serpente (o anche altro tipo di zucchina)
– 50 g di carote

Fase 1:
Mettere nel bicchiere del frullatore a immersione i fagioli e aggiungere il liquido di cottura fino al livello dei fagioli, aggiungere il passato o la pomarola, il rosmarino, il sale e il pepe. Frullare il tutto

DSCN2318

Fase 2.
Ripulire le verdure e tagliare le verdure a tocchetti piccolissimi. Versarle tutte in una terrina e mescolare in modo uniforme.

DSCN2320

Fase 3.
Versare in 4 ciotoline monoporzione di terracotta (o comunque dai bordi alti): il passato di fagioli e sopra adagiare le verdure. Decorare con un ciuffetto di rosmarino e chiudere il tutto in un bel cartoccio di carta d’alluminio.

DSCN2324

Fase 4.
Non rimane che cuocere… a 90 °C per 4 ore. Pronte da servire in tavola, cartoccio compreso che tanto non è poi ustionante)!. Così le verdure son venute ancora piuttosto croccanti. Potete cambiare temperatura e durata di cottura, credo sia abbastanza importante non far bollire la crema di fagioli, sopratutto per un fattore estetico, ma per il resto aspetto i commenti dei vostri risultati! Ah dimenticavo: con un po’ di pazienza BUON APPETITO!

DSCN2326

 

Ah dimenticavo, se Cecilia approva, anche con questa partecipo al contest: “Sorpresa! Le meraviglie della cucina al cartoccio” di Idee in pasta e in pentola

2 risposte a Minestrone in cartoccio a bassa temperatura

  1. Cecilia scrive:

    OK, non è esattamente quello che intendevo per cartoccio ma è talmente originale e di pubblica utilità che te la passo 😀
    Grazie, ciao!!