Medaglioni polenta e baccalà

Avete delle amiche a dieta perenne o lo siete voi? Sempre attenti a non aggiungere condimenti? Stanchi del solito pesce a vapore e fettina di pane misurata? Ecco qua la soluzione con un occhio all’appetibilità del piatto e con un tocco di sapore insolito.

Medaglioni polenta e baccalà

Ingredienti per 6 persone:

– 400 gr di polenta (rapida o tradizionale a vostra scelta e tempo a disposizione)
– 600 gr baccalà già ammollato
– sale
– 3 cucchiai di semi di papavero

1. Preparare la polenta come descritto nella confezione. A cottura ultimata stenderla sulla placca del forno rivestita con carta da forno per uno spessore di circa 2 cm.

2. Nel frattempo mettere a scaldare in una pentola piuttosto capiente abbondante acqua. Quando spicca il bollore aggiungere il baccalà e cuocere per circa 20 minuti.

3. Scolare il baccalà su un tagliere, rimuovere tutte le lische e la pelle, dopodiché tritarlo con un tritatutto.

4. Distendere su una teglia un foglio di carta forno ammollato e strizzato, sopra il quale formare direttamente i medaglioni di baccalà. Prendere uno stampino da biscotti di forma circolare e diametro circa 5 cm, versarci due o tre cucchiai di baccalà tritato e premere bene, togliere lo stampino e procedere con la formazione di circa 12 dischetti.   Lasciar freddare.

IMG_3551

5. Con uno stampino circolare di diametro circa 7 cm formare altrettanti medaglioni di polenta. Togliere la polenta in eccesso dalla teglia. Infornare sotto il grill per 20-30 minuti o comunque finché non saranno ben dorati.

IMG_3529

6. Nel frattempo versare in un piattino i semi di papaveri. Con delicatezza prendere i medaglioni di baccalà freddati (altrimenti si rompono) e farli rotolare in  modo che si attacchino all’esterno dei medaglioni.

IMG_3553

7. Quando mancano un paio di minuti alla cottura della polenta mettere in forno anche i medaglioni di baccalà in modo che si scaldino un poco.

8. Adagiare 2 medaglioni di polenta a porzione sui piatti, adagiarci sopra due medaglioni di baccalà e completare con un filo di olio extra vergine di oliva a crudo.  Buon Appetito!

IMG_3596

 

Con questa ricetta partecipo al Contest: Colesterolo “cattivo”? No grazie!

 

Precedente Mousse variegata al miele e nocciole Successivo Profiterol allo yogurt e pompelmo rosa