Fiano love fest

Fiano love fest 2017

Fiano love fest 2017 con il Fiano di Lapio

Fiano love fest   Una manifestazione che si svolge ogni anno a Lapio, un piccolo centro agricolo della provincia di Avellino, è denominata Fiano love fest. La manifestazione Fiano love fest, molto conosciuta ed appezzata è attrattiva di molti, sia giovani che intere famiglie, che si riuniscono nei tre giorni a Lapio con l’intento di avvicinarsi al mondo del vino.

Il nome Fiano di Lapio non è altro che una forma abbreviata della denominazione Fiano di Avellino docg prodotto in Areale di Lapio. Anche conosciuto col nome Apianum, appellativo che deriva proprio da questa zona, da Lapio e da Ape, perché a motivo della perfetta maturazione che raggiunge in questa zona, le api ne sono molto ghiotte. Nel momento della raccolta, spesso gli operai rischiano di essere assaliti da veri e propri sciami di api, da ciò è derivato il termine Apianum.

Fiano love fest 2017 derivazione del vino

Il vitigno Fiano, da cui si ottiene il rinomato vino bianco Fiano di Lapio, che rappresenta il vino principale che si consuma al Fiano love fest, fu importato in Italia dagli antichi Greci. Una delle prime aree agricole in cui il Fiano fu impiantato per primo, secondo varie testimonianze storiche, fu proprio a Lapio. In questo piccolo centro agricolo della provincia di Avellino, il vitigno ha attecchito perfettamente.

Favorito da un microclima unico, come quello delle bellissime colline dell’Irpinia e da una esposizione beata, il vino Fiano che si produce nella zona di Lapio, (Apianum) si arricchisce di una perfetta combinazione di profumi e aromi eccezionalmente unici, perfettamente combinati tra loro. Il terreno argilloso di natura calcarea, le condizioni climatiche, il sesto di impianto, la giusta resa per ettaro, il tutto insieme alla professionalità dei viticoltori e dei cantinieri locali, fanno del Fiano di Lapio un vino eccellente, unico al mondo.

Fiano love fest – Caratteristiche del vino

Il Fiano di Lapio coltivato in questa zona, è un vitigno in grado di produrre vini di grande persistenza, raffinatezza aromatica e corposità. Tutte queste sono quelle caratteristiche che permettono, al Fiano di Avellino qui denominato Fiano di Lapio, anche di invecchiare per alcuni anni. Anche se esistono varie scuole di pensiero al riguardo, alla fine è sempre il consumatore che fa la sua scelta.

Alcuni ritengono che il Fiano di Lapio va bevuto molto giovane, appena pochi mesi dopo la sua vinificazione. Altri ritengono che sia più gustoso con qualche anno di invecchiamento. Ognuno è libero di scegliere secondo le proprie preferenze. Ma è doveroso ricordare che in un modo o nell’altro il Fiano di Lapio, degustato al Fiano love fest, resta sempre un grande vino.

Fiano love fest 2017 il vino ideale

Da consumare piuttosto fresco, ad una temperatura intorno ai 10Fiano love fest gradi. Ottimo per accompagnare primi piatti a base di pesce, crostacei, pesce al forno, formaggi stagionati e non, pollo, anatra e tutte le carni bianche. Ideale come aperitivo soprattutto nei periodi estivi. In occasione del Fiano love fest che si tiene a Lapio nei tre giorni del fine settimana della prima decade di Agosto, viene distribuito dai vari produttori nell’apposito gazebo organizzato per l’occasione. Per gustare un ottimo Fiano di Avellino vi suggeriamo una delle migliori cantine della zona.

 

Precedente Fiano di Avellino Docg - storia di gusto Successivo Indivino 2017: incontri di vini nella terra di mezzo