Ravioli stracchino e salsiccia

14614389_10211134382064143_810516726_o
Buongiorno a tutti cari,
Come tutti saprete o avrete notato sono un’ amante delle belle porzioni ignoranti e della ricchezza dei condimenti.
Questa volta, crepi la modestia, con questi ravioli stracchino e salsiccia mi sono davvero superata anche perché io bazzico molto di più sui dolci che sul salto.
Che dire sono una vera goduria, il ripieno ricco, rustico, dalla consistenza cremosa è avvolto da uno scrigno ruvido e spesso di pasta all’uovo fatta in casa; vi ho convinto a provarli?!
Ma non spaventatevi sono davvero alla portata di tutti! La preparazione è davvero semplice l’unico appunto è che dovrete avere un po’ di pazienza quando andrete a confezionarli, sopratutto se li preparerete per 4 persone o più.

Ecco qui quello che vi occorrerà per 4 buone forchette:

  • 5 uova
  • 500 gr di farina 00
  • 350 gr di salsiccia di maiale o per una versione più light di tacchino
  • 350 gr di stracchino
  • 80 gr di parmigiano grattugiato grossolanamente
  • sale e pepe

14572617_10211134381704134_746675297_oPer preparare i nostri ravioli stracchino e salsiccia incominciamo con la pasta all’uovo, la proporzione è di norma 1 uovo per un etto di farina a testa ma visto che in casa mia siamo tutti vatussi e dal grande appetito ho preparato una dose extra per il bis!
Quindi disporre la farina a fontana su una spianatoia o in una ciotola classica o della planetaria, romperci dentro le uova e aggiungere un bel pizzico di sale; sbattere con una forchetta e iniziare a far incorporare la farina ai lati. Io personalmente ho accorciato i tempi sia di esecuzione che di pulizia usando l’impastatrice, ma comunque il principio è sempre quello: una volta che diventerà un unica massa di pasta iniziare a lavorare energicamente a mano finché non sarà bella liscia e omogenea nella consistenza e nel colore.
14600576_10211134381584131_366917183_oFormare la cosiddetta palla e metterla da parte in frigo coperta da pellicola in modo che non si formi la crosta. Passiamo ora al ripieno: alcune versioni pre-cucinavano la salsiccia, io la trovo un’operazione superflua in quanto la pasta all’uovo ripiena di per se ha bisogno di una cottura abbastanza lunga di conseguenza il ripieno ha tutto il tempo di cuocersi a dovere, parola mia!
Togliere il budello alla salsiccia, sbriciolarla il più possibile con una forchetta e aggiungere semplicemente lo stracchino, il parmigiano, del sale e il pepe, non appena avrete amalgamato le due parti la farcia per i ravioli stracchino e salsiccia sarà pronta.
Riprendere la pasta all’uovo e, con l’ausilio di un bel mattarello o di uno stendipasta (o tirapasta non so), andate a ricavare delle belle sfoglie ruvide ma non troppo spesse come quelle in foto (2-3 mm circa).
14625670_10211134381624132_1492295588_oRicordatevi di infarinare per bene sia il mattarello che il piano di lavoro altrimenti resterà tutto appiccicato e quando proverete a staccarlo si strapperà.
Una volta eseguite tutta la stenditura passare alla farcitura, anche qui potrete seguire due metodi, il primo è quello classico ovvero: allineate su un foglio di pasta delle palline di ripieno ad una distanza di 2-3 cm circa l’una dall’altra, coprite con l’altro lembo, pressando attorno al ripieno in modo da sigillarli per bene, poi con una rotellina dentata ritagliate i ravioli dandogli una forma quadrata e trasferiteli su un vassoio ben infarinato; 14599675_10211134381664133_1036074250_oproseguite finché non esaurirete il ripieno e le sfoglie.
Il secondo metodo possibile è quello di utilizzare un stampo per ravioli che io avevo casualmente sepolto in casa: infarinare lo stampo e adagiarvi sopra il primo strato di pasta, con un cucchiaino disponete un dose generosa di ripieno, coprire con un altro strato facendo ben aderire i bordi per fare uscire l’aria e terminare passando il mattarello sopra tutto lo stampo. Capovolgete et voilà, ravioli stracchino e salsiccia perfetti e tutti uguali tra loro!
Ora non vi resterà che mettere su una bella pila d’acqua salata, cuocerli per circa 8-10 minuti, scolarli e condirli come più vi piace, per me semplice burro e salvia.
Spero che la ricetta vi sia piaciuta e che sarete in molti a provarla, un bacio a tutti e iscrivetevi alla newsletter in fondo alla pagina!

14614314_10211134381984141_754866035_o

Ricette Pasticceria, Ricette salate

Informazioni su angelicacous

Ciao a tutti cari e care! Mi presento, mi chiamo Angelica, sono una ragazza di 21 anni, appassionata di cucina e gatti, soprattutto quelli ridicolmente obesi. Ho frequentato un' accademia di pasticceria romana e ora, con mia grande gioia, lavoro presso Eataly come assistente ai corsi di cucina. In questo mio percorso cercherò di condividere con voi i miei esperimenti e ciò che io stessa apprenderò. Hi everyone, I inroduce myself, my name is Angelica, a 20 years old girl, very passionate about food and in fluffy fat cats. Nowadays I'm attending pastry academy in Rome and while looking for a job I really want to share my recipes with you all. Don't worry I'm pretty good in English (but in French and Spanish too) so if you want to ask me something I'll be glad to answer you in the best way I can :)

Precedente Birramisù (tiramisù alla birra) Successivo Torta salata alle verdure miste