Orata al cartoccio

 

Un pesce fresco si riconosce dal colore lucente e vivace e dall’odore, che deve “sapere” di mare, di salsedine e di alghe; dalle squame ben aderenti al corpo; dall’occhio vivo e non infossato; dal ventre ben sodo ed elastico al tatto; dalla pelle umida e ben tesa, così come le pinne, e dalle branchie rossastre e umide.

Ingredienti per 4 persone:

1 orata da 800-1000 g- 1 cucchiaio d’olio d’oliva
1 rametto di rosmarino,1 rametto di salvia
1 rametto di prezzemolo – sale – pepe

Preparazione:

Con la lama di un coltello raschiate le squame dell’orata, quindi praticare un’apertura nella parte ventrale per tutta la lunghezza ed estraete le interiora. Lavatela sotto l’acqua corrente ed asciugatela. Salate e pepate

internamente il pesce ed inserite nell’ apertura ventrale un mazzetto di aromi composto da salvia, prezzemolo e rosmarino. Disponete l’orata su un foglio d’alluminio, conditela con un cucchiaio d’olio d’oliva, quindi

salatela e pepatela anche all’esterno. Chiudete i lembi di carta attorno al pesce, formando un cartoccio, e passate in forno caldo (200°) per 30 minuti. Servite il pesce ancora nel cartoccio con un contorno di fagiolini lessati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
(Visited 36 times, 1 visits today)
Precedente Polpettone all'uovo sodo Successivo Gamberoni al pomodoro

Lascia un commento