Pangiallo romano

 ricette_tipiche_italiane_pangiallo-romano
Il pangiallo romano è un dolce tipico del Natale nel Lazio ed ha la sua origine nell’antica Roma. Era usanza della Roma di epoca imperiale distribuire questi dolci dorati, durante la festa del solstizio d’inverno, in modo da favorire il ritorno del sole. Il pangiallo veniva ottenuto tramite l’impasto di frutta secca, miele e cedro candito; alla ricetta originaria sono stati, nel tempo, aggiunti altri ingredienti come ad esempio le mandorle, le noci, i pinoli, le nocciole, l’uva passa e i pistacchi.

Ingredienti

Per il pangiallo

300 g di farina

60 g di noci senza pellicina

50 g di nocciole senza pellicina

50 g di mandorle pelate

40 g di pinoli

100 g di canditi (cedro e scorza d’arancia)

100 g di fichi secchi

250 g di uvetta sultanina

100 g di miele

75 g di cioccolato fondente

75 g di pasta da pane

1 uovo

15 g di cacao amaro

1 pizzico di cannella in polvere

1 pizzico di chiodi di garofano macinati

1 pizzico di noce moscata

20 g di olio d’oliva

1 pizzico di sale

1 cucchiaio di rum

Per la glassa

30 g di farina

2 albumi d’uovo

20 g di zucchero

10 g di cacao amaro

Procedimento

Mettiamo a bagno l’uvetta sultanina in acqua tiepida per un quarto d’ora poi scolarla e strizzarla.

Tritiamo fichi, cedro e scorzette d’arancia.

Togliamo la pellicina a noci, mandorle e nocciole e tritatele.

Tagliamo a pezzetti piccoli l’arancia candita e il cedro.

Sciogliamo il lievito in acqua tiepida, addolcita con un po’ di zucchero.

Disponiamo la farina a fontana sulla spianatoia e versiamo al centro il lievito sciolto ed impastiamo bene, aggiungiamo, se necessario, dell’acqua tiepida in modo da ottenere alla fine un impasto piuttosto morbido.

Uniamo all’impasto la pasta di pane, l’uvetta, le mandorle, le nocciole, i pinoli, il cedro, la scorza d’arancio canditi e un pizzico di cannella, il miele scaldato con il cioccolato grattugiato, l’uovo, il cacao, le spezie, il rum e il sale.

Formiamo un impasto a forma di pagnotta, copriamolo con un panno e lasciamo lievitare per 12 ore in luogo tiepido.

Prepariamo la glassa montando gli albumi a neve e incorporiamo tutti gli ingredienti della stessa sino ad ottenere una pastella liscia.

Dividiamo l’impasto in piccole pagnottine e disponiamole su una placca da forno ricoperta con carta da forno quindi le spennelliamo con la glassa ed inforniamo a 180 gradi per un’ora.